Bagnacavallo. “AmArti”, con la proiezione del docufilm si conclude il progetto

Più informazioni su

Si concluderà martedì 17 maggio, con la proiezione del video-documentario “AmArti”, l’omonimo progetto promosso e realizzato dalle associazioni bagnacavallesi Fulgur e Cif e dal locale Lions Club con il contributo del Comune per riflettere sul tema delle discriminazioni e delle violenze di genere.

Presso la Sala di Palazzo Vecchio di Bagnacavallo, dopo i saluti istituzionali e gli interventi dei promotori, sarà proiettato il docufilm – diretto e prodotto da Biroke studio – che testimonia il percorso progettuale e creativo che ogni artista aderente all’iniziativa ha intrapreso per dar voce alla propria sensibilità rispetto al tema delle discriminazioni e delle violenze di genere. La serata, a ingresso libero, si aprirà alle 20.

Del progetto “AmArti” fa anche parte una mostra collettiva in cui un gruppo di artiste del territorio, la maggior parte delle quali aderenti all’associazione Biart Gallery, ha creato opere che indagano i diversi aspetti di una complessa realtà che vede sempre più spesso calpestati i diritti fondamentali di tante persone. Espongono, sempre a Palazzo Vecchio, le artiste Uliana Babini, Franca Faedi, Maria Rita Liverani, Giulia Longanesi, Claudia Marinoni, Michela Michelini, Monica Pirazzoli (in arte Ame) e Paola Ravaglia.

Anche la mostra chiuderà martedì 17 maggio, data in cui ricorre la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia.

Palazzo Vecchio è in piazza della Libertà 5.

Più informazioni su