“Un Paese per l’Arte”. Un murales lungo 600 metri per abbellire il muretto di contenimento del canale Fosso Ghiaia foto

Anche quest’anno è partito il progetto di promozione sociale “Un Paese per l’Arte”: un format, promosso dall’Associazione di volontariato Anime senza Voce, basato sulla street art, con l’obbiettivo di arginare dinamiche di emarginazione sociale e rigenerare le aree urbane interessate a Fosso Ghiaia.

Il format “Un Paese per l’Arte”, che si esprime attraverso la Street art, si è rivelato un ottimo strumento per contrastare le dinamiche che innescano l’emarginazione sociale. Grazie alla partecipazione al progetto Lavori in Comune, e al coinvolgimento dei ragazzi delle Magliette Gialle, è stato abbellito il muretto di contenimento del canale Fosso Ghiaia (circa 600 metri per 1,5 di altezza).

murales fosso ghiaia

I ragazzi, guidati in questa esperienza da artisti professionisti dell’Associazione Anime senza Voce, hanno lavorato al murales nella settimana dal 13 al 17 giugno. Gli artisti che hanno fatto da guida, hanno abbozzato delle tracce, e i ragazzi, partendo dalle bozze hanno sviluppato le loro idee.

Tema centrale del murales: una pista ciclabile che colleghi Fosso Ghiaia a Ravenna, Classe e Mirabilandia.

““Un Paese per l’Arte” fa sì che possano accrescere idee di progetti futuri di pubblica utilità, sia sotto l’aspetto sociale, sia sotto l’aspetto economico, contribuendo ad una valorizzazione concreta del patrimonio culturale e strutturale del nostro Paese” concludono dall’associazione.