Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Carlo Naldoni (Baseball Godo): “È stato un anno di volta. Ora faremo ancora meglio. Ringrazio tutti, dai volontari ai tifosi e soprattutto i nostri splendidi ragazzi”

Più informazioni su

Ci avviamo alla conclusione, alle battute finali della stagione 2022 del baseball. Il campionato di baseball 2022 di serie A non è finito, ci sono le semifinali per chi si è qualificato e ce le godremo senz’altro anche perchè verranno trasmesse interamente con FIBSTV.

Per noi comunque il campionato è finito, ci rimane da giocare la Coppa Italia, oltretutto con turno passato per rinuncia dell’avversario, il Nettuno, e su questo avrei qualcosa da dire alla FIBS, ma lo farò a tempo debito.

Purtroppo la partita di Coppa Italia ci sarà il 3 e 4 settembre e solo più avanti conosceremo l’avversario. Usiamo questo tempo per cominciare a fare analisi e a tirare delle conclusioni che ci potranno essere utili per il prossimo anno.

Se guardiamo al risultato raggiunto, qualificazione per i play off e di nuovo automaticamente per la serie A l’anno prossimo, con un brillantissimo girone di qualificazione, oltretutto non certo facile, credo che non possiamo che dirci soddisfatti, era quello che ci eravamo proposti.

Ovviamente non credo che ci si aspettasse molto dai play off. Senza nulla togliere ai nostri splendidi ragazzi, la nostra squadra non era certo attrezzata per vincere il campionato.

Ovviamente lascio le analisi tecniche ai tecnici, io ragiono e parlo da tifoso. Ricordo comunque, se ce ne fosse bisogno, e per qualcuno, anche a Godo e nell’ambiente, forse c’è questo bisogno, che il risultato ottenuto vuol dire essersi misurati e mantenuti fra le 8 migliori squadre italiane, credo non vada mai dimenticato e per questo, solo per questo, bisogna andare molto orgogliosi e ringraziare con tanta riconoscenza tutti quelli che direttamente o indirettamente hanno contribuito a raggiungere questo risultato a cominciare da tecnici e giocatori.

Certamente, nel corso dei play off forse le motivazioni sono venute progressivamente ad attenuarsi e questo ci ha portato ad una scia di sconfitte molto lunga, anche se spesso comunque con partite e risultati tirati e giocati.

La brillante conclusione col Torino in parte riscatta questo rammarico, vuol dire che la squadra c’è e c’è sempre stata comunque nonostante i risultati, tutti i nostri avversari se ne sono accorti e lo hanno riconosciuto, quindi chiederei di fare un grande applauso ai nostri atleti e tecnici e al loro impegno costante per tutta la stagione.

Non nascondo che quest’anno è stato, e il prossimo sarà, un anno di svolta, di passaggio per diverse ragioni, anagrafiche per alcuni, motivazionali per altri, tecniche ancora per altri, ma lascio le valutazioni a chi ne capisce.

Ciò comporterà la necessità di approfondire complessivamente il nostro impegno nel mondo del baseball e a come affrontarlo al meglio, ma credo che sarà un discorso che cominceremo ad affrontare a breve.

Per ora ci prendiamo un attimo di pausa e riflessione rilassandoci un po’ e godendoci la fine del campionato, ma senza perdere di vista il nostro immediato futuro. Per finire consentitemi di ringraziare sentitamente tutti i volontari, i dirigenti, i tifosi che ci hanno sempre accompagnato e sostenuto e che hanno attivamente contribuito e sono sicuro continueranno a farlo, a gestire questa stagione ed a raggiungere i risultati ottenuti.

Un particolare saluto e ringraziamento va rivolto agli sponsor, a cominciare dal main sponsor Hort@, cui siamo molto riconoscenti e coi quali ci impegniamo a cercare di fare sempre il meglio anche per onorare questo loro impegno.

Il Presidente dell’ASD Baseball Godo
Carlo Naldoni

P.S. Non voletemene, non ho menzionato le giovanili e la Bizantina. Nei confronti di chi le segue con competenza, dedizione, passione e sacrificio, ho la massima fiducia e considerazione. Posso solo esprimere la mia massima riconoscenza nei confronti di tutti: genitori, ragazzi, volontari, accompagnatori, responsabili e tecnici. Conosco benissimo che si tratta di un settore impegnativo, delicato e per noi decisivo per poterci garantire un futuro. So benissimo quanto sia l’impegno, la diplomazia e la passione, commovente anche, che tutti ci mettono.

Al di là della mia riconoscenza e dei miei ringraziamenti, lascio ai dirigenti responsabili, ai coordinatori, ai tecnici, ai volontari una valutazione della stagione, dell’impegno e dei risultati raggiunti. Posso solo dire che, ogni volta che leggo e vedo di un riconoscimento ai nostri ragazzi e ragazze a livello di nazionale, mi emoziono e mi commuovo, grazie ragazzi!

Più informazioni su