A Sant’Alberto torna l’iniziativa “Pedalata tra storia e natura”

Domenica 11 settembre un percorso tra le valli e la penisola di Boscoforte

Più informazioni su

Domenica 11 settembre, nell’ambito degli eventi del Settembre Santalbertese, la Sezione ANPI di Sant’Alberto ripropone la oramai tradizionale Pedalata tra storia e natura, sulle orme di partigiani e garibaldini. Lo spettacolo della natura selvaggia si intreccia con le più esaltanti pagine della storia che ha percorso il forese nord ravennate, tra Risorgimento e Resistenza, Trafila Garibaldina e Battaglia delle valli.

Un territorio solcato da storia e memoria, ricco di segni quali il tracciato ancora visibile del Po di Primaro, Marcabò, che Dante ha citato nella Divina Commedia, o la via Corriera Antica, già luogo di combattimenti fra partigiani e tedeschi, dove sono state girate diverse sequenze del film ‘L’Agnese va a morire’. Così come l’argine del fiume Reno, là dove si perde il confine fra cielo e terra, e si apre il panorama della Valle di Comacchio. Terre nelle quali si sono scritte pagine fondamentali della Storia locale e nazionale.

Lo scorcio dell’Appennino a sud-ovest, le Prealpi venete a nord, il sole alto e la luna calante sullo sfondo della valle che pullula di fenicotteri è lo spettacolo che si può ammirare in una limpida domenica di settembre dall’argine del Reno. C’è ancora il silenzio di luoghi selvaggi rotti dal rumore delle ruote sulla ghiaia, o dal canto degli uccelli nei canneti, o che stazionano nelle valli: Aironi, Cormorani, Fenicotteri, Garzette, Gabbiani, Germani, Folaghe, Avocette, Cavalieri d’Italia, Cigni, Falchi di palude e non solo. Attraversando il Reno sull’antico passo a bordo del traghetto, il tracciato ripercorrerà i luoghi degli scontri fra Tedeschi e Partigiani e le case che ospitarono le Compagnie della XXVIII Brigata Garibaldi.

Il percorso di questa edizione si arricchisce con una novità: il tracciato si addentrerà infatti per la prima volta nella penisola di Boscoforte, vera e propria oasi naturale che si distingue come una delle maggiori attrattive del Parco del Delta.

La partenza è fissata alle ore 9 dal Circolo ARCI di Sant’Alberto, in via Bartolo Nigrisoli 111 (rientro allo stesso luogo, indicativamente alle ore 12). Ritrovo a partire dalle ore 8.30, iscrizione in loco (contributo di 2 €). Alle ore 10.30 sarà offerta una merenda nella splendida cornice della Fattoria Guiccioli di Mandriole, luogo anch’esso segnato dalla storia, dove morì infatti Anita Garibaldi; è attivo un servizio di noleggio bicilette (rivolgersi al Museo NatuRA 0544 528710).
Informazioni ed iscrizioni ai numeri 339 8290113 e 3394936969.

Più informazioni su