Venti fenicotteri rosa rimessi in libertà nel Parco della Salina di Cervia video

L’emozione più grande è stata quella di vedere i 20 fenicotteri rosa messi in salvo dalla Polizia Provinciale di Modena e curati dai volontari dell’associazione “Il Pettirosso” tornare liberi in natura. Il Parco della Salina di Cervia ha organizzato la liberazione dei 20 fenicotteri, grazie al supporto delle forze dell’ordine e con il benestare dei Carabinieri della forestale e dell’Ispra. Hanno potuto assistere al momento, davvero emozionante, circa 200 fra personalità e turisti, che sono stati accompagnati in salina dalle guide ambientali del Centro Visite della Salina di Cervia.

“L’insegnamento che ci deriva da questo momento è veramente prezioso – sottolinea Giuseppe Pomicetti, presidente del Parco della Salina di Cervia – i 20 fenicotteri rosa, appena liberati si sono subito orientanti in natura e si sono uniti, spontaneamente alla colonia di fenicotteri ormai stanziale nella Salina di Cervia. Ancora una volta la natura ci sorprende”.

La Salina di Cervia, che è porta sud del Parco del Delta del Po, è da anni un’oasi di ripopolamento animale, fra i più belli e curati a livello nazionale. “Per noi – conclude il Presidente Pomicetti – la natura è molto importante, tanto che il Parco della Salina di Cervia esiste, certo, anche per promuovere l’identità della città e per produrre il pregiato Sale Dolce, ma principalmente per mantenere inalterato l’ecosistema ambientale. Ambiente che, evidentemente, in questi anni è migliorato, al punto da ospitare moltissime specie animali, compresi i fenicotteri rosa, tanto amati da tutti noi”.