Chiusura inceneritore Ravenna. Barattoni (Pd): “Coniugare nuove politiche ambientali e tutela dei posti di lavoro”

Il segretario provinciale del Partito Democratico di Ravenna, Alessandro Barattoni è intervenuto in merito alla chiusura dell’inceneritore di Ravenna.

“La dismissione dell’impianto – ha detto Barattoni – è un’ottima scelta per la nostra città. L’autosufficienza regionale, la responsabilità degli enti locali per la diminuzione dei rifiuti indifferenziati è sempre stata costante e ha portato a un aumento della consapevolezza dei cittadini, raggiungendo un’alta percentuale di raccolta differenziata. La chiusura del termovalorizzatore più obsoleto della regione, il primo degli obiettivi raggiunti ed evidenziati nella relazione di chiusura del monitoraggio intermedio del Piano regionale dei rifiuti, si è ottenuta grazie al risultato virtuoso della raccolta dei rifiuti e a una scrupolosa organizzazione che ha coinvolto tutto il territorio. Perciò siamo convinti che un grande gruppo industriale come Hera si impegnerà certamente per ricollocare il personale dello stabilimento. Coniugare sviluppo economico, tutele sociali e nuove politiche ambientali – conclude il segretario provinciale dei democratici – è possibile e il PD farà di tutto per proseguire su questa strada, senza mettere in contrapposizione la tutela ambientale con la tutela dei posti di lavoro.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Franco

    Penso che la dismissione dell’impianto sia una pessima scelta.
    Esportiamo (pagando) rifiuti in molti paesi europei che producono energia elettrica con termovalorizzatori come quello di Ravenna posizionati in centro città (Vienna, Copenaghen, ad esempio).
    I rifiuti sono una fonte inesauribile come il vento e il sole, al contrario del gas e altri combustibili, perché quindi non utilizzarli?