Milano Marittima. Una donation crowdfunding europea per la rinascita della pineta

Il consiglio comunale di Cervia, nella seduta del 24 settembre, ha approvato all’unanimità la proposta di donation crowdfunding europea per la rinascita della pineta di Milano Marittima e un nuovo parco verde urbano collegato alla città e decorato con il legno dei pini caduti.

I gruppi consigliari di Cervia Ti Amo, Partito Democratico, Cervia Domani – PRI e Movimento 5 Stelle hanno proposto l’istituzione di una Donation Crowdfunding a livello europeo a sostegno della ricostruzione delle aree devastate dal passaggio della tromba d’aria, come già avvenuto per altre aree del territorio italiano come quella del Bellunese.

La proposta prevede che  “l’obiettivo del Crowdfunding e, di conseguenza, l’utilizzo dei fondi raccolti sia vincolato unicamente alla rigenerazione degli spazi colpiti dalla tromba d’aria dello scorso 10 luglio, con precedenza alla rigenerazione della Pineta, rispetto alle aree urbane”.

Inoltre sottolineano che “laddove anche si ravveda l’opportunità di investire i fondi raccolti attraverso l’iniziativa di crowdfunding nella rigenerazione di aree urbane – da intendersi con aree appartenenti all’apparato urbano, quindi al di fuori dell’area interessata dalla Pineta – tali fondi saranno dedicati esclusivamente all’incremento del verde pubblico e non in opere che prevedano cementificazione e/o impiego di materiali altri”.

In merito la ricostruzione e il decoro del nuovo ambiente naturale, i gruppi consigliari chiedono la possibilità di un riutilizzare il legno recuperato dopo la caduta dei pini e il successivo abbattimento per creare “eventuali staccionate, aiuole o altri decori a tutela della nostra cultura e della nostra memoria e secondo un progetto in linea con le caratteristiche di cui sopra”.

Sindaco e Giunta comunale dovranno attivarsi in tutte le sedi opportune (Regione, Stato, Comunità Europea) a dar corso alla raccolta fondi  “come volano di un movimento di rinascita culturale, che possa sensibilizzare i nostri concittadini europei sui temi ambientali e possa focalizzare l’attenzione sulla bellezza del nostro territorio e la necessaria messa in sicurezza dello stesso”.

I consiglieri chiedono anche l’avvio di un percorso di sensibilizzazione alla cause ambientali nella nostra città attraverso eventi e conferenze di portata pubblica nel corso dei prossimi 5 anni di mandato, con percorsi che possano anche coinvolgere le parti della pineta segnate dalla tromba d’aria del 10 Luglio, dopo la loro avvenuta rigenerazione.