Alla Domus Nova di Ravenna l’incontro pubblico “Racconti Umani” con Medici senza Frontiere

Prosegue l’iniziativa itinerante di Medici Senza Frontiere “Racconti Umani” per conoscere l’azione umanitaria attraverso la testimonianza diretta di chi ha lavorato in prima linea in contesti di conflitto ed emergenza. In Emilia-Romagna questa testimonianza sarà affidata alla voce di Leonardo Frisari, chirurgo di Medici Senza Frontiere con grande esperienza in aree di conflitto come Siria, Yemen, Repubblica Democratica del Congo, Gaza e Iraq.

Spesso gli operatori umanitari lavorano in situazioni difficili e a volte rischiose in paesi poco conosciuti dove a pagare il prezzo più alto sono i civili. “La guerra in Yemen non risparmia nessuno, non ci sono “bombardamenti chirurgici”: io di chirurgico ricordo solo le operazioni che ho dovuto fare a persone innocenti colpite dalle bombe mentre camminavano in strada coi figli, mentre aravano un campo o facevano la spesa al mercato“ racconta Leonardo.

Alcuni degli incontri che si svolgeranno tra Modena, Ravenna e Bologna, saranno dedicati a diverse scuole del territorio, ma non mancheranno interventi aperti al pubblico come quello di lunedì 11 novembre presso la Domus Nova s.p.a di Ravenna. 

GLI EVENTI 

  • Lunedì 11 novembre dalle 18:30 alle 20:00, incontro aperto al pubblico presso la Domus Nova s.p.a in Via Paolo Pavirani 44, Ravenna;
  • 9, 14,18,22,23,25 e 27 novembre incontro con alcune classi dell’Istituto Comprensivo 5 di Modena;
  • Venerdì 15 novembre, dalle ore 08:15 alle 10:15, incontro con alcune classi della scuola media Colombo di San Giorgio di Piano (BO);
  • 19, 20 e 28 novembre incontro con le classi dell’ISIT Bassi Bugatti di Cento (FE);
  • giovedì 21 novembre incontro con alcune classi dell’Istituto Comprensivo 6 Modena .

 

Medici Senza Frontiere  è un’organizzazione medico-umanitaria internazionale indipendente, fondata nel 1971. Oggi fornisce soccorso umanitario in oltre 70 paesi, a popolazioni la cui sopravvivenza è minacciata da violenze, epidemie, malnutrizione, esclusione dall’assistenza sanitaria o catastrofi naturali.

MSF lavora in Yemen dal 1986. Attualmente siamo presenti in 12 ospedali e centri sanitari e forniamo supporto a oltre 20 strutture in 11 governatorati. Da marzo 2015 ad aprile 2019, 1.110.771 persone sono state ammesse nei pronto soccorso degli ospedali che gestiamo o supportiamo. Nello stesso periodo, le nostre équipe hanno curato 132.859 feriti di guerra o vittime di violenze, effettuato 90.208 interventi chirurgici, fatto nascere 77.905 bambini e curato più di 127.680 casi sospetti di colera.

La testimonianza pubblica fa parte del mandato di MSF perché può contribuire a salvare vite e alleviare le sofferenze delle popolazioni. “Racconti Umani” nasce dalla campagna MSF #Umani, che riporta all’essenza dell’azione umanitaria invitando tutti a riscoprire il naturale istinto all’aiuto. Tutte le info su http://bit.ly/RaccontiUmani_Emilia-Romagna e http://bit.ly/FB_RaccontiUmani_

Tutte le informazioni su:  http://bit.ly/RaccontiUmani_Emilia-Romagna e http://bit.ly/FB_RaccontiUmani_.