Strage Valle della Canna. Striscioni e cartelli al flash mob in piazza a Ravenna

Più informazioni su

Si è tenuto nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 14 novembre, il “flash mob” indetto da Italia Nostra – Sezione di Ravenna davanti al palazzo comunale,  in occasione della commissione Ambiente, Sanità pubblica e Benessere animale dedicata allo sterminio di oltre 4000 mila uccelli acquatici avvenuto lo scorso ottobre Valle Mandriole che si svolge dalle 15,30 nella sala del Consiglio Comunale.

All’ appuntamento si sono trovati diversi amanti della natura, con slogan e striscioni, “per ribadire lo sdegno per quanto accaduto e per ragionare sulle prossime iniziative in cantiere a favore della tutela delle zone umide e del nostro patrimonio ambientale”. Presente alla commissione anche il dottor Giuseppe Curina, responsabile dell’Oasi Canale Albani/Progetto Ugo, giunto appositamente da Fano e disponibile, con il supporto del Comune di Fano, ad accogliere presso il Canale Albani gli anatidi scampati alla strage grazie alle cure del CRAS di Ravenna ed in particolare del signor Alberto Grandi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ildelfino

    Premetto subito che NON sono un cacciatore ma non capisco proprio cosa ci facciano 4 individui con striscioni e slogan vari in piazza del popolo evocando contro la caccia. Mi spiegate cosa c’entra la caccia in tutto quello che è accaduto nella valle della canna ultimamente ????? Mi viene da pensare all’ennesima strumentalizzazione a favore di chi ha provocato questo disastro e a discapito di un ambiente che in fondo appartiene a tutti. Questo problema era già stato sollevato in tante altre occasioni ma nessuno ha preso atto di questo, perché non protestare prima ammesso che si conosca il problema ??? Così sanno fare tutti sopratutto addossando colpe a chi non ne ha. Ricordatevi pseudo ambientalisti da salotto che giocare a tutti contro tutti non serve e mentre il popolo si scanna loro INGRASSANO!!!!