Ravenna, il 17 novembre è domenica ecologica: chi può circolare e chi no

Domenica 17 novembre è in programma la terza delle dieci “domeniche ecologiche” istituite nell’ambito delle misure di regolazione della circolazione veicolare previste dal Piano aria integrato regionale (Pair 2020) contro l’inquinamento atmosferico (le prossime domeniche saranno il 24 novembre, il 12 gennaio, il 19 gennaio, il 2 febbraio, il 16 febbraio, l’1 marzo e il 15 marzo). Sono in vigore dunque le limitazioni che scattano nel corso delle domeniche ecologiche.

Le limitazioni

All’interno del centro abitato (area delimitata da apposita segnaletica) divieto di transito per i veicoli:

·         a benzina precedenti l’Euro 2

·         diesel precedenti l’Euro 4

·         ciclomotori e motocicli precedenti l’Euro 1

Potranno invece circolare liberamente i veicoli

·         a benzina dall’Euro 2 in poi

·         diesel dall’Euro 4 in poi

·         ciclomotori e motocicli dall’Euro 1 in poi

·         alimentati a gas metano o gpl

·         con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologati a 4 o più posti e con 2 persone se omologati a 2 posti

·         elettrici e ibridi

·         ciclomotori e motocicli elettrici

·         per trasporti specifici e per uso speciale, attrezzati per lavorazioni particolari, così come definiti dall’articolo 54 del codice della strada (elenco dettagliato nell’ordinanza allegata).

Sono poi previste ulteriori deroghe tra le quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, quelle per i mezzi guidati da turnisti e operatori in servizio di reperibilità; per i veicoli a servizio di persone invalide provvisti di contrassegno H; per i veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (ad esempio “camion frigo”); per chi ha Isee inferiore a 14mila euro; per chi soggiorna in strutture di tipo alberghiero, per arrivare/partire dalla struttura; per i mezzi al servizio di manifestazioni regolarmente autorizzate e guidati da operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati o delle fiere autorizzate dal Comune.