50 anatre della Valle della Canna salvate dal botulino da Ravenna a Fano

Più informazioni su

L’agronomo ed esperto di avifauna Giuseppe Curina, presidente dell’Associazione Canale Albani-Progetto Ugo di Fano aveva lanciato la proposta di ospitare a Fano le anatre salvate dal botulino nella Valle della Canna di Ravenna. Curina gestisce il Canale in convenzione con il Comune di Fano ed Enel Green Power. “Giovedì scorso Curina era a Ravenna, essendo stata convocata una seduta della commissione comunale Ambiente, da me presieduta, – fa sapere Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna – per discutere sul “Disastro ambientale della Valle della Canna”, su iniziativa di Lista per Ravenna, Lega Nord e Forza Italia. Essendoci presentati, gli ho chiesto, come avrebbe voluto, di partecipare alla riunione, annunciandolo alla commissione con la speranza che ci fosse spazio, a margine dei lavori programmati, per fargli esprimere un saluto. Ciò non è stato possibile perché la discussione si è conclusa dopo 4 ore mezzo, a uffici già chiusi, essendo anche venuto meno il numero legale dei commissari. In quel momento, ho messo Curina in contatto con l’assessore all’ Ambiente Baroncini, perché potesse brevemente parlargli della proposta di Fano, su cui non era ancora arrivata risposta.”

“Oggi apprendo dalla stampa – aggiunge Ancisi – che la proposta è stata accolta dagli amministratori comunali ravennati. Giuseppe Curina ha incontrato l’assessore Gianandrea Baroncini. Durante la riunione, che si è tenuta giovedì presso il Comune di Ravenna, si è anche discusso di tempi e modalità del trasferimento degli anatidi, ma soprattutto del loro numero che, secondo gli accordi, non dovrebbe superare i 50 esemplari. Non ho ancora potuto ottenere di persona una conferma. Ma si tratterebbe di una buona notizia. Gli uccelli “botulinizzati” nella Valle della Canna sono sopravvissuti in 160. Una loro buona parte potrebbe letteralmente risollevarsi a Fano.”

Fano - Cigno nero

Più informazioni su