All’Hotel Aurelia di Milano Marittima un incontro sulla Cervia di oggi e del futuro

Nutrita partecipazione di pubblico all’incontro che ha visto protagonisti Andrea Corsini, Arrigo Sacchi, Barbara Bellettini e Danilo Piraccini. “Grandi eventi sportivi, auto elettriche e riqualificazione alberghiera sono le priorità sulle quali lavoreremo per Cervia e Milano Marittima” ha dichiarato Andrea Corsini all’incontro che si è svolto ieri all’Hotel Aurelia. Tra il pubblico anche Massimo Medri sindaco di Cervia e l’ex Sindaco Luca Coffari, oltre agli esponenti delle associazioni di categoria, e alcuni imprenditori del territorio.

Un incontro partecipato in cui si è parlato del percorso sin ora svolto: rotonda delle Saline, Magazzino del Sale, nuovo Lungomare MiMa, Borgomarina. Ma oltre agli interventi realizzati dalla Regione, grazie alla sinergia positiva con il Comune, una carrellata di proposte per la Cervia del furto, disegnando alcuni percorsi e obbiettivi per i prossimi 5 anni, “L’importante è avere una visione” ha dichiarato Arrigo Sacchi al fianco di Andrea Corsini in questo incontro. “Cervia in questi anni ha raggiunto importanti traguardi e dal 26 gennaio in poi dobbiamo impegnarci per raggiungerne altri, tra questi quelli di portare qui dopo il Giro d’Italia il Tour de France!” così ha concluso l’Assessore Andrea Corsini, candidato alle prossime elezioni Regionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da amadeo

    Campa cavallo…con il 30% di calo nel turismo è necessario una nuova generazione di politici in grado di portare innovazione e infrastrutture.
    Qui vedo gli stessi che giracchiano nei bei alberghi e fanno finta di nulla.

    Ricordo a loro se le cose peggiorano il rischio è quello che Cerva e Mi.Ma crollano di un giorno all’altra e diventano “Zone depresse” … allora in quel caso “addio turisti”!!

  2. Scritto da sanzio

    E’ vero quelle che dici Amadeo! aggiungo la politica del poltronismo (tristemente nota specialmente a Ravenna e Cervia) è devastante e non porta mai un progetto nuovo; purtroppo i politici attuali si muovono con una logica di una gestione difensiva delle poltrone e con lo sforzo un minimo (piccole cose da fare bere, con poca sostanza e a lungo termine risultano estremamente negative).
    Ecco perché Mi.ma e Cervia rimangono imprigionati nei progetti di 90 anni fa!
    Il problema è che le persone anziane sono disorientate e continuano a votarli per motivi storici, quindi li avremmo per un po’ di tempo, La sfida sarà come costringerli a lavorare e rappresentare con gli interessi dei cittadini e del territorio con energia prima che le cose diventino un pantano di irreversibile nel turismo e nell’economia!!

    Auguri.