Unione Bassa Romagna. Prorogate le misure emergenziali in provincia di Ravenna

Giovedì 16 gennaio 2020 il bollettino regionale relativo alla qualità dell’aria evidenzia nuovamente lo sforamento del livello ammesso delle polveri sottili nella Provincia di Ravenna, e in gran parte del territorio regionale, esclusa la sola provincia di Forlì-Cesena. Scattano pertanto da giovedì 16 gennaio e fino a lunedì 20 gennaio compreso le misure emergenziali (già previste nelle ordinanze specifiche dei Comuni della Bassa Romagna), in aggiunta alle misure ordinarie in vigore fino al 31 marzo 2020.

Viene pertanto prorogato in tutto il territorio della Bassa Romagna il divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio, eccetera). Prosegue anche  il divieto di circolazione nel Comune di Lugo ai veicoli di categoria inferiore o uguale a Euro 4 nell’area urbana individuata da appositi cartelli.

In tutto il territorio comunale restano vigenti inoltre i seguenti provvedimenti: abbassamento delle temperature medie nelle abitazioni fino ad un massimo di 19° C nelle case, negli uffici, nei luoghi per attività ricreative o associative o di culto, nelle attività commerciali, fino ad un massimo di 17° C nei luoghi che ospitano attività produttive ed artigianali; divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore a 4 stelle; divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli; divieto di spandimento di liquami zootecnici (sono escluse dal divieto le tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo).