Quantcast

Coronavirus. In condizioni stabili i due pazienti positivi ricoverati al Maria Cecilia Hospital di Cotignola

La direzione del Maria Cecilia Hospital di Cotignola (RA), Ospedale di Alta Specialità accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale ha richiesto in data 6 marzo 2020, in via precauzionale all’AUSL Romagna, di effettuare accertamenti su due pazienti ricoverati che presentavano sintomatologia sospetta al virus CoViD -19.

L’esito dei tamponi effettuati pervenuto nella mattina del 7 marzo 2020 ha confermato la positività dei due pazienti. Si tratta di uomo di 92 anni proveniente dalla provincia Parma, ricoverato nel reparto di Cardiologia, e di un uomo di 79 anni proveniente dalla provincia Piacenza ricoverato nel reparto di Neurochirurgia.

La direzione informa che entrambi i pazienti sono in condizioni stabili e non si trovano in terapia intensiva. Le aree del reparto nel quale erano ospitati sono state completamente isolate e la parte restante dei reparti è stata messa immediatamente messa sotto controllo dalla Direzione dell’ospedale. Si è proceduto prontamente a igienizzare e sanificare tutti gli ambienti.

La direzione del Maria Cecilia Hospital di Cotignola sottolinea che, in queste ore, si stanno effettuando i necessari controlli sul personale sanitario entrato in contatto con i pazienti. Le visite dei famigliari sono ammesse in ragione di una persona al giorno nel rispetto delle direttive sanitarie in vigore.

Il sindaco di Cotignola Piovaccari ai cittadini: “Importante non farsi prendere dal panico, attenzione alle fake news”

In merito alla nota stampa diramata dal Gruppo Maria Cecilia Hospital di Cotignola il Sindaco Luca Piovaccari chiarisce che questi due casi, così come gli altri otto riscontrati in provincia di Ravenna negli ultimi giorni, sono seguiti con la massima attenzione dal Dipartimento di igiene pubblica dell’Ausl Romagna, e che sono già stati attivati tutti i protocolli previsti in simili circostanze.

Il dipartimento sta infatti svolgendo l’indagine epidemiologica, anche sulla scorta delle informazioni assunte dalla Direzione del Gruppo, individuando tutte le persone che hanno avuto contatti stretti con i pazienti, e per le quali sono stati presi i provvedimenti dovuti a loro tutela e al fine del contenimento della diffusione della malattia.

“E’ importante – ribadisce Luca Piovaccari – soprattutto in questa fase, non farsi prendere dal panico, non credere a fake news, far fede a quanto riportato dalle Istituzioni e dagli organi di stampa accreditati, e attenersi alle disposizioni che vengono fornite. Con rigore ma senza paure immotivate.

Come sindaco, insieme ai colleghi della Bassa Romagna e di tutta la provincia, stiamo ponendo la massima attenzione a questa situazione, in stretto raccordo con le autorità locali e regionali”.

Le rassicurazioni dalla provincia di Ravenna

“Rispetto ai nuovi 2 casi di Coronavirus accertati in provincia di Ravenna, che come già noto sono ricoverati presso il Gruppo Maria Cecilia Hospital di Cotignola e sono residenti fuori provincia, va ribadito che sono seguiti con la massima attenzione dal Dipartimento di igiene pubblica dell’Ausl Romagna, e che sono già stati attivati tutti i protocolli previsti in simili circostanze. Il dipartimento sta infatti svolgendo l’indagine epidemiologica, anche sulla scorta delle informazioni assunte dalla Direzione della struttura, individuando tutte le persone che hanno avuto contatti stretti con i pazienti, e per le quali sono stati presi i provvedimenti dovuti a loro tutela e al fine del contenimento della diffusione della malattia. Allo stesso tempo l’Ausl è in stretto contatto con la Direzione della clinica anche per condividere eventuali misure preventive interne alla struttura stessa”.