Quantcast

Sergio Venturi commissario all’emergenza: basta corsette mattutine e passeggiate di cazzeggio

E alla fine Sergio Venturi, commissario all’emergenza Coronavirus in Emilia Romagna, ha fatto chiarezza. Al termine del bollettino pomeridiano di oggi 16 marzo, comunicato tramite una diretta facebook dalla pagina della Regione Emilia Romagna, ha voluto rispondere a quanti chiedevano delucidazioni sulla possibilità o meno di fare corsette e passeggiate:  “Troppe persone stanno per le strade anche quando non è strettamente necessario.  Pensate alle persone che tutti i giorni, 24 ore al giorno, lavorano in situazioni a volte non sicure e si prodigano per salvare la vita dei malati di covid-19. Rischiamo che il Servizio Sanitario non riesca a far fronte all’emergenza se non rimanete a casa vostra.”

“Se non rimanete a casa saranno presi provvedimenti di carattere coercitivo – ha sottolineato il commissario -. Vedo che qualcuno fa finta di nulla, gira per le strade senza mascherina, ma tenete presente che chi abbiamo di fronte non ha scritto in faccia sono un portatore sano di coronavirus!”

“Per rispetto verso chi è diventato positivo, come medici e infermieri, dovete rimanere a casa. Dovete uscite solo per fare la spesa e per le cose indispensabili… ma non per le passeggiate di cazzeggio. Non è più il tempo. Nei prossimi 10 giorni ci giochiamo il futuro della sanità del nostro Paese.  Non è una scampagnata. Dovete capire che siamo a rischio. Se non si inverte la tendenza, alla fine staremo in casa tutti. Abbiamo chiuso le palestre e le piscine e se serve “chiuderemo” anche la possibilità anche di fare la corsetta mattutina. Se serve lo faremo” ha assicurato Venturi.

L’intervento del Commissario Sergio Venturi, del 16 marzo https://www.facebook.com/RegioneEmiliaRomagna/videos/231131638278730/ 
( dal minuto 24, le dichiarazioni relative a passeggiate e corsette)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Cittadino inc..to

    Finalmente, tutti atleti!! Credono di essere anche furbi sti somari.

  2. Scritto da Patroclo

    Gentilmente, puo’ indicarci dove reperire le mascherine? Grazie

  3. Scritto da Marsin

    buonasera
    se Venture comunica dove posso acquistare le mascherine a Ravenna, sarò ben lieto di metterle quando esco
    grazie e saluti

  4. Scritto da Anna

    Buonasera, esco solo x necessità e le assicuro che metterei volentieri la mascherina se solo sapessi dove posso acquistarla, visto che nn si trovano.
    Grazie

  5. Scritto da Massimo moretti

    non capisco; io ho una mentalità razionale e voglio rispettare la sicurezza ma
    qui noto delle cose non logiche.
    secondo la logica il problema non è la corsa o la pedalata ma entrare in contatto con qualcuno.
    diciamo le cose come vanno dette ; non ci si deve avvicinare a nessuno piu di 3 metri. cosa centra la corsetta solitaria?
    mille volte piu pericoloso il super mercato che la corsetta solitaria vero ?
    la mascherina se corro in solitaria perchè ?

  6. Scritto da Marsin

    il commissario Venturi parla di cazzeggi e corse mattutine
    Vorrei solo ricordare che , fatta salva la necessità di fare tutto il possibile per arginare la diffusione del corona virus, non vedo per strada molte persone a cazzeggiare , semmai per recarsi a fare la spesa, all’edicola, alla farmacia ., a muoversi dunque nel rispetto di quel che è stabilito dalle norme emanate nazionali o regionali e coloro che passeggiano li vedo rispettare , praticamente tutti, le distanze
    Mi pare che coloro che cazzeggiano si contino a poche unità , così mi pare di poter dire per la città di Ravenna

  7. Scritto da Anna

    Esco x necessità, metterei volentieri la mascherina se solo sapessi dove acquistala, visto che nn si trovano

  8. Scritto da Massimo

    E allora perché il decreto lo permette ESPLICITAMENTE, con tanto di FAQ sul sito governativo? Decidetevi.
    http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=4224

    “Posso utilizzare la bicicletta?
    È consentito svolgere attività sportiva o motoria all’aperto anche in bicicletta, purché sia osservata una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.”

  9. Scritto da mirko

    Nel decreto ministeriale c’è scritto che si può fare attività motoria all’aperto singolarmente. Non faccia di tutta l’erba un fascio e lasci stare chi rispetta le regole. La saluto!

  10. Scritto da Francesco

    È arrivato in altro a fare chiarezza…..qui fra politici e professori non si capisce in ……

  11. Scritto da Viva lo sport responsabile

    Cari olimpionici irresponsabili!! S. N. marsin massimo Mirko anziché disquisire e polemizzare statevene a casa!! e pensate a chi a lavorare in ospedale o alle forze dell’ordine che rischiano ogni giorno la loro salute e quella dei loro familiari. Oltre tutte siete talmente fenomeni che siete sicuri di non incrociare mai nessuno mentre praticate il vostro irrinunciabile esercizio fisico? Detto tutto ciò da uno sportivo responsabile

  12. Scritto da Luca Ricci

    Io ogni tanto mi alleno a casa, faccio un paio di volte alla settimana una corsetta di cazzeggio, come la chiama lui, più che altro per avere un ora d’aria. Come già scritto da altri, ho molta più paura ad andare a fare la spesa che non a stare da solo in qualche posto isolato. Altro argomento: mascherine, fin ora è stato sempre detto che non serve a proteggerti dal virus, ma serve solo a non contagiare gli altri. Io mi auguro che chi ha dei sintomi, sia in quarantena, che non se ne vada in giro come un untore.

  13. Scritto da Federico

    Anziché pensare a vietare passeggiate e corse solitarie, che non rappresentano alcun pericolo, non chiudono tutte le ATTIVITÀ NON ESSENZIALI, cioè tutte le fabbriche, gli uffici, i servizi che non siano imprescindibili per il funzionamento del sistema sanitario e del settore agro-alimentatare??!

    Il fatto che non si faccia dimostra ancora una volta come i PROFITTI vengano prima della SALUTE!!!

    In ogni caso esiste una circolare del Ministro degli Interni che in proposito parla chiaro: passeggiate e jogging sono consentite!

  14. Scritto da adamo

    Sono personalmente d’accordo nel fare comunicati di questo genere per sensibilizzare a dovere le persone, soprattutto quelle con scarso senso civico, di cui in questi giorni è più facile accorgersi.
    Però, detto questo, non si può continuare a dire tutto e il contrario di tutto.
    Se come giustamente faceva notare qualcuno le passeggiate o le corsette sono consentite, non vedo perchè nel rispetto di quanto previsto sino ad ora dei decreti non lo si possa fare. O si limitano per legge o semplicemente ci si attiene alle normative vigenti.
    In ultimo, e secondo me più grave, i media mainstream ci hanno bombardato fino a ieri sul fatto che le mascherine non servivano, quindi anche qui, o lo stato o la regione le forniscono alla cittadinanza, smentendo tutto quello che è stato detto fino ai ieri, oppure per favore si evitino di colpevolizzare le persone sull’utilizzo delle mascherine, che tra l’altro come tutti i cittadini sanno non si trovano.

  15. Scritto da Mary

    Buongiorno, purtroppo gli appelli alla popolazione sono invani, troppe le persone che passeggiano e corrono, senza rispettare il lavoro di chi ogni giorno rischia la propria vita per noi, al sindaco chiedo una ulteriore ordinanza che vieti tutto questo, la passeggiata da soli o col cane o con un familiare o la corsa non sono esigenze ma svago, uno schiaffo a chi da giorni lavora per noi.

  16. Scritto da Giorgio

    Leggo ancora di imbecilli che fanno a gara per trovare i cavilli per potere uscire, quindi oggi vado al supermercato per prendermi lo yogurt per la colazione, tanto si può.. Oggi pomeriggio vado in farmacia a prendere il malox, tanto si può… Stasera vado a fare una corsetta da solo, tanto si può… Poi domattina devo tornare al supermercato perchè lo yogurt di oggi l’ho finito, tanto si può… e così via moltiplicato per tutti gli italiani che si credono più furbi del sistema, legislatori, epidemiologi, statisti ed operatori sanitari. Però quando vi fermano perchè parlate al cellulare in macchina vi appellate al buon senso… quello che ben vi guardate di tirare fuori. Svegliatevi, io rispetto le norme e mi sono già rotto le scatole di stare in casa, se volete proprio fare i furbi capitela sta cosa, se state a casa tornerete a fare il cavolo che vi pare prima possibile!

  17. Scritto da Roberto

    Bene non andiamo più a correre in solitaria negli stradelli di campagna e fuori città, perché è troppo pericoloso.
    Ma a fare la spesa in ambienti chiusi con un metro di distanza mi mette molta più angoscia e percepisco il rischio di contagio.
    Se si impedisce di fare un po’ di sana attività motoria in totale solitudine, allora si dovrebbe organizzare l’asporto della spesa a casa.

  18. Scritto da batti

    molte persone denunciano che hanno visto,,COME HANNO FATTO A VEDERE DOV ERANO???se i negozi sono aperti,per chi ??tutti abbiamo un motivo valido come i denuncianti

  19. Scritto da sergio

    In periferia girano i classici quattro gatti. Uno che passeggia in solitaria che male fa? Uno dei cazzeggi impostomi dal medico, causa glicemia tendente al rialzo, sarebbe di fare 4 o 5 chilometri a piedi tutti i giorni.
    Le mascherine in farmacia non si trovano e la gente secondo me gira con la stessa mascherina da giorni il che la rende inutile

  20. Scritto da armando

    Ci vuole tanto a capirlo ????? BISOGNA STARE A CASA !!!!!

  21. Scritto da Riccardo Zambelli

    Signor Sergio Venturi visto che critica chi non ha la mascherina, mi aspetto da lei che metta i cittadini in condizione di potersene fornire e non sparlare a caso!

  22. Scritto da Direttore

    Signor Roberto, la informiamo che molti negozi stanno già facendo la spesa con consegna a domicilio. Basta informarsi bene. LA REDAZIONE

  23. Scritto da adamo

    Giorgio, sul fatto che in giro ci siano parecchi imbecilli siamo d’accordo, sul web questo poi si manifesta esponenzialmente nei social o nei commenti non filtrati, dietro l’anonimato chiunque può dire la sua, c’è chi esprime il proprio pensiero in maniera educata e chi invece può offendere gratuitamente gli altri senza pagarne le conseguenze.
    Tu giustamente hai scritto “io rispetto le norme”, non accorgendoti però che le norme a cui ti appelli sono quelle in vigore oggi, ove giusto o sbagliato che sia è consentito anche fare quello che descrivi tu.
    Personalmente io ho smesso di frequentare le palestre un mesa fa nonostante nessuna norma l’abbia impedito, senza alcuno senso logico, fino a ieri. Quindi se le palestre sono state aperte fino a ieri gli imbecilli sono quelli che ci andavano o quelli che hanno la responsabilità di governare il paese, o la regione, che non l’hanno impedito da subito?s
    Ribadisco, bene fanno le autorità a strigliare le persone, continuare a ripetere di muoversi il meno possibile usando anche un linguaggio diretto, anche a me pare che ci sia troppa gente in giro, ma se questo lascia degli spazi interpretativi al senso civico dei singoli allora, se questo non è sufficiente, è chi governa che deve varare, assumendosi le proprie responsabilità, misure più restrittive.
    Quello che io invece trovo inaccettabile da parte del commissario all’emergenza è colpevolizzare le persone sull’uso delle mascherine , è inaccettabile oltre che offensivo, soprattutto se pensiamo alle persone anziane costrette ad esporsi senza, non perchè incoscienti ma perchè le mascherine NON SI TROVANO! Il commissario all’emergenza dovrebbe occuparsi di questo, TROVARE LE MASCHERINE visto che ora a detta sua servono!

  24. Scritto da mirko

    Caro sportivo responsabile, se mi infilo le scarpe per una corsa in solitaria lo faccio responsabilmente nel rispetto del decreto, per allentare la morsa dello stress e della paura che ci opprime. Cosa diavolo centra chi lavora negli ospedali e chi purtroppo sta male? Tu invece il tempo lo usi per giudicare, puntare il dito ed emettere sentenze, pensa di quanta tristezza è circondata la tua vita.

  25. Scritto da marino

    Il messaggio è chiaro, e personalmente da 10 giorni lavoro da casa e sinora sono uscito solo per buttare la spazzatura però, le informazioni devono essere coerenti perchè su tutta la stampa e il sito del ministero è riportato che si può uscire per sgranchire le gambe. Poi è vero che c’è gente che porta a spasso il cane su e giù 10 volte al giorno e quelli che fanno la via in auto ai 90 all’ora perchè hanno la coda di paglia, ma a stare in casa senza uscire c’è da venir pazzi e due passi in solitudine possono essere utili ad evitare che poi si esageri spinti da esasperazione.

  26. Scritto da Daniele

    Il sig. Sergio Venturi, commissario all’emergenza coronavirus in Emilia Romagna non ha fatto chiarezza, anzi ha aggiunto confusione a confusione nell’informare i cittadini su cosa si può fare e non si può. Inoltre penso che la stragrande maggioranza delle persone rispetta le regole, ed anche il buon senso ( basta guardare fuori dalla finestra …le strade quasi deserte, ed altrettanto vale per le le auto ). Pertanto trovo le parole del commissario inappropriate ed ingiuste, soprattutto per il ruolo che ricopre.

  27. Scritto da Rinfhio

    CHIEDO IO ABITO IM CENTRO A RAVENNA MA FORZE DELL’ ORDINE NON NE VEDO MAI ADORITTURA MI SPOSTO FUORI DI NUOVO NON CI SONO ….!
    NON VOGLIO DIRE ALTRO PER NON DIRE CHE SONO POLEMICO

  28. Scritto da Marco O.

    Per la mia piccola esperienza di spostamenti di questi giorni vedo solo gente che mantiene abbondanti distanze e precauzioni, anche superiori al metro di legge. Anche il comunicato ufficiale, riportato oggi come ogni giorno anche da questa testata, conferma la possibilità di camminare (da soli) e non obbliga all’uso della mascherina, come da decreto del 15/3. Applicando correttamente le indicazioni ricevute ne usciremo in fretta.

  29. Scritto da stanco

    Sul sito del MINISTERO DELLA SALUTE si legge questo:

    Domanda, e conseguente risposta del ministero:

    Posso utilizzare la bicicletta?

    La bicicletta è consentita per raggiungere la sede di lavoro, il luogo di residenza, nonché per raggiungere i negozi di prima necessità e per svolgere attività motoria. È consentito svolgere attività sportiva o motoria all’aperto anche in bicicletta, purché sia osservata una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

    Questo alla data di pubblicazione: 13 marzo 2020, ultimo aggiornamento 13 marzo 2020

    Mi sembra molto chiaro, bicicletta, attività sportiva o motoria, si possono fare ……….purché sia osservata una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

    E questa distanza io la vedo rispettata nelle persone che individualmente camminano o corrono, ma la vedo molto meno rispettata all’interno dei supermercati, perchè qui le persone sono concentrate sulla spesa, toccano le cose, ed difficile mantenere la distanza minima.

  30. Scritto da Direttore

    Stasera è stata firmata una nuova Ordinanza della Regione Emilia-Romagna che vieta le gite di piacere in bici o a piedi lontano da casa. La legga. LA REDAZIONE

  31. Scritto da stanco

    “Stasera è stata firmata una nuova Ordinanza della Regione Emilia-Romagna che vieta le gite di piacere in bici o a piedi lontano da casa. La legga. LA REDAZIONE”

    Lontano da casa quanto? Se indicasse la distanza limite esatta farebbe cosa utile. Grazie.

  32. Scritto da Direttore

    L’Ordinanza non lo stabilisce. Dice che se uno fa una passeggiata a piedi da solo o con il cane deve restare presso la sua abitazione, immaginiamo al massimo entro qualche centinaio di metri, non chilometri. Anche qui, c’è di mezzo il buon senso. C’è poi il divieto di fare gite in bici. La bici si può usare solo per spostamenti nei casi di necessità: lavoro, spesa, salute.
    LA REDAZIONE

  33. Scritto da stanco

    Chiedo se gentilmente LA REDAZIONE può indicare il numero, oppure data o link, dove trovare l’ordinanza regionale da lei menzionata, che indica le nuove disposizioni regionali più restrittive rispetto a quelle emanate dal ministero della salute.

    Sarebbe di grande utilità per molti lettori.
    Grazie.

  34. Scritto da Direttore

    Quello che abbiamo riportato noi è integralmente ciò che dispone l’Ordinanza. In ogni caso, ora mettiamo anche il link. LA REDAZIONE