Bassa Romagna dal cuore grande. Piccole e grandi donazioni per vincere la lotta contro Covid-19

La lotta alla diffusione del contagio si combatte in diversi modi: c’è chi è in prima linea, negli ospedali, al fianco dei malati, e chi resta in casa, contribuendo dalle retrovie a sconfiggere il nemico invisibile Covid-19. Una battaglia che si può vincere solo insieme. Per dimostrare vicinanza e solidarietà a medici, infermieri, volontari e forze dell’ordine, tanti cittadini della Bassa Romagna, sia semplici cittadini che associazioni o aziende, hanno dato vita ad una vera e propria gara di solidarietà, raccogliendo fondi da destinare al Covid Hospital di Lugo o per i dispositivi di protezione individuale per il personale sanitario.

Cotignola

La comunità senegalese di Cotignola ha partecipato alla raccolta fondi

Anche la comunità senegalese di Cotignola ha partecipato alla raccolta fondi lanciata dall’associazione “Convenzione Senegalesi” di Faenza, a sostegno dell’Ausl della Romagna. In tutto sono stati raccolti 2 mila euro, che saranno destinati alla gestione dell’emergenza coronavirus. Sono circa cento i componenti della comunità senegalese che hanno partecipato a questa gara di solidarietà, provenienti non solo da Cotignola e dal faentino, ma anche dalle aree di Ravenna e Cesena. Nella foto sotto Aliou Diop della comunità senegalese.

Aliou Diop

Lugo

Donazione dell’Associazione nazionale finanzieri in congedo (Anfi)

Associazione nazionale finanzieri in congedo (Anfi) diL’Associazione nazionale finanzieri in congedo (Anfi) di Lugo ha donato all’Ausl della Romagna 1.500 euro per dare il proprio contributo in questo momento di grave emergenza sanitaria nazionale. In particolare la donazione è destinata all’Ospedale Umberto I di Lugo, che già opera come Covid Hospital, per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e sicurezza degli operatori sanitari.
“Con questa iniziativa – spiega il Presidente Anfi Lugo, Sottotenente Benedetto Carrieri – vogliamo rendere onore allo straordinario sforzo che le strutture sanitarie, il personale medico ed infermieristico stanno mettendo a favore di tutta la comunità”.

Il Comitato partecipazione della scuola Capucci dona 1.500 euro alla protezione civile

La scuola dell’infanzia comunale Capucci di Lugo ha voluto dare il proprio contributo in questo momento di emergenza sanitaria dovuta a Covid-19. Il Comitato partecipazione della scuola ha infatti donato la somma di 1.490 euro alla Protezione civile per contribuire al contrasto del virus.

“In un momento di profonda difficoltà per tutti è bello vedere come ognuno voglia fare la sua parte per aiutare chi è impegnato in prima linea in questa battaglia – commenta l’assessore alla Scuola del Comune di Lugo Luigi Pezzi -. Dalle scuole di Lugo, così come da tutte le realtà della nostra città, abbiamo sempre avuto il massimo della collaborazione. Anche se in queste settimane insegnanti e alunni sono lontani, sappiamo che il legame tra scuola e famiglie non è mai stato così saldo e forte e la rapidità con cui il Comitato ha subito deciso di aiutare chi ha bisogno ci testimonia la grande attenzione di genitori e insegnanti per chi soffre”.

Ogni anno il Comitato, composto da due genitori per ogni sezione e una rappresentanza del gruppo di lavoro della scuola, organizza diverse iniziative di raccolta fondi, che vengono poi donati alla scuola per qualificare ulteriormente l’attività didattica. Quest’anno il Comitato ha deciso di devolvere l’intera somma raccolta in beneficenza per il contrasto del Covid-19.

i bimbi della scuola Capucci
Il Comitato partecipazione della scuola Capucci dona 1.500 euro alla protezione civile, Lugo

Fusignano

Associazioni in campo per l’ospedale di Lugo, non si ferma la gara di solidarietà

Non si ferma la catena di solidarietà da parte della comunità fusignanese: alle donazioni dei giorni scorsi, si aggiungono nuove iniziative per dare una mano all’ospedale “Umberto I” di Lugo in questo momento di grande difficoltà. A far sentire la propria voce sono il gruppo corale “Arcangelo Corelli” (600 euro), Podistica Avis (1.000 euro), la Cab Braccianti di Fusignano (5.000 euro) e la rete di imprese “Fusignano è più” (500 euro).

“Purtroppo alcuni eventi non potranno essere fatti per via del coronavirus, per cui abbiamo pensato di usare parte dei fondi destinati alle attività di ‘Fusignano è più’ per fare una donazione”, dicono gli associati della rete di imprese. La Podistica ha scelto di devolvere l’intero ricavato della Fusoloppet 2020, tenutasi lo scorso 9 febbraio, la corale “Corelli” ricorda che “il bene crea bene”, mentre la Cab Braccianti sottolinea che “le cooperative agricole, pur con grande difficoltà, continuano a lavorare nel rispetto delle prescrizioni a tutela della salute, per continuare ad assicurare forniture alimentari sostenibili e di qualità”.

“Stiamo osservando in questi giorni una mobilitazione spontanea che è il massimo esempio di senso civico – ha sottolineato il sindaco Nicola Pasi nel ringraziare le associazioni -. Sono davvero onorato di rappresentare una comunità dal cuore così grande. Ciascuno in base alle proprie possibilità sta dimostrando che tutti possiamo fare qualcosa, insieme, per superare questa grande sfida”

Mille euro per l’ospedale di Lugo da parte del circolo tennis “Suzanne Lenglen 2”

Ancora una donazione da parte della comunità fusignanese: il circolo tennis “Suzanne Lenglen 2” ha donato mille euro all’Ausl della Romagna, che saranno destinati all’ospedale di Lugo, impegnato a fronteggiare l’emergenza coronavirus. L’associazione sportiva ha accompagnato la donazione con queste parole: “La nostra azione è solo una goccia in mezzo al mare, ma – per quanto ci è possibile – crediamo sia necessario pensare agli altri, a chi sta male e a chi combatte ogni giorno, sfidando una realtà drammatica che ci provoca a chiuderci in noi stessi, nelle nostre paure e difficoltà. Insieme possiamo farcela. Grazie a tutte queste persone e un augurio alle persone malate e alle loro famiglie”.

“Grazie di cuore ai tennisti del circolo Lenglen 2, a nome di tutta la comunità – sono le parole del sindaco Nicola Pasi -. Si tratta di una cifra davvero importante per un’associazione, ancora di più se si considera che al momento tutte le attività sono sospese. Vedere così tante realtà del nostro territorio che si mobilitano per aiutare il prossimo mi riempie di speranza. In momenti così difficili è importante rimanere uniti e coesi”.

Redouane Hamel

5 mila euro dall’imprenditore italo-marocchino Redouane Hamel per aiutare l’ospedale di Lugo

Il signor Redouane Hamel (nella foto sopra), residente a Fusignano, ha deciso di contribuire con una donazione di 5mila euro destinata all’ospedale di Lugo, per far fronte all’emergenza Covid-19. Redouane è un imprenditore italo-marocchino titolare di vari supermercati multietnici (Atlas Market a Fusignano e Aladin Sas a Lugo, Ravenna e Forlì). “È importante essere tutti uniti nella lotta alla pandemia in corso – ha dichiarato – e sono convinto che in questo momento drammatico sia più che fondamentale agire con senso civico e spirito di cittadinanza attiva”.

“La solidarietà in momenti come questi è quantomai preziosa – ha dichiarato il sindaco Nicola Pasi -. Il signor Redouane si unisce all’elenco dei tanti che in questi giorni stanno dimostrando l’attaccamento e l’affetto per la propria comunità. Questo è un gesto che parla anche di integrazione, a riprova del fatto che siamo tutti una grande famiglia, a prescindere dal luogo in cui siamo nati”.

Bagnacavallo

Il centro sociale All’Abbondanza dona mille euro all’ospedale di Lugo

Il centro sociale All’Abbondanza di Bagnacavallo ha donato mille euro all’ospedale di Lugo per contribuire a fronteggiare l’emergenza Covid-19.

«Il nostro centro sociale – sottolinea il presidente Piero Briccolani – ha come attività di base socializzazione, solidarietà e amicizia sociale e il virus per il momento le ha bloccate tutte. Per quanto è nelle nostra possibilità non potevamo quindi non intervenire per ribadire la nostra vicinanza ai cittadini e al personale sanitario così duramente messo a prova dall’emergenza.»

Il sindaco Eleonora Proni e il vicesindaco Ada Sangiorgi ringraziano per l’importante gesto il presidente Briccolani e i soci del centro a nome del Comune.

Per chi volesse effettuare una donazione

Queste le coordinate bancarie: Azienda Usl della Romagna – Intesa San Paolo – Iban: IT34W0306913298100000300064, precisando nella causale una eventuale motivazione per la donazione, il nominativo del mittente e il destinatario (per esempio: Mario Rossi per Ospedale Lugo).