Cervia. Gianni Grandu su Giornata Mondiale Autismo: rendere più consapevole l’opinione pubblica e combattere le discriminazioni

“La Giornata Mondiale dell’Autismo rappresenta, un momento di consapevolezza e riflessione importante affinché vengano prese misure per sensibilizzare l’opinione pubblica su di una tema così importante che vede coinvolti in modo particolare i bambini” dichiara il presidente del consiglio Comunale di Cervia, Gianni Grndu -. E’ questa anche l’occasione per ringraziare le educatrici e gli educatori che sono insieme alle famiglie al fianco delle persone che vivono questa difficilissima situazione che svolgono un lavoro con professionalità, passione e soprattutto con tanta umanità”.

“In modo particolare in questo periodo di emergenza Covid-19 le persone nello spettro autistico possono maggiormente accusare lo stress dovuto all’applicazione delle misure di contenimento e all’eventuale isolamento domiciliare o ospedalizzazione in caso di contagio ed in particolare i bambini che sentono maggiormente il bisogno di essere impegnati – prosegue Grandu -. Dobbiamo far sì che questa vera e propria ‘detenzione forzata’ non assuma contorni di difficoltà estrema per le famiglie che hanno in casa persone con autismo, che già ogni giorno si trovano ad affrontare ostacoli che sembrano insormontabili”.

“È necessario che la società sia pronta ad accogliere, a non ghettizzare, a non emarginare la diversità – prosegue -. Aabbiamo assoluto bisogno di camminare tutti insieme. Nessun vero progresso umano ha valore se non è per tutti e nessun diritto umano può essere sacrificato. È soprattutto questo quello che la Giornata mondiale ci chiede di fare: diffondere conoscenza e consapevolezza, eliminare lo stigma sociale, combattere ogni forma di discriminazione”.

Grandu condivide la dichiarazione inviata dalle educatrici ed educatori del comune di Cervia, che hanno scritto rivolte alle persone con autismo seguite dai Sevizi: “Anche se la Giornata Mondiale per la Consapevolezza sull’Autismo è passata quest’anno un pò in sordina, a causa di questa emergenza sanitaria, noi non ci dimentichiamo di Voi e vogliamo esprimere la nostra vicinanza alle vostre Famiglie, anche in questo difficile momento. Il nostro lavoro infatti prosegue dietro le quinte, attraverso la tecnologia, ma rimane attivo, in attesa di riprendere al più presto, fianco a fianco, i nostri progetti educativi. #distantimauniti”