Il punto del Sindaco Davide Ranalli: all’Umberto I 63 pazienti, in arrivo a Lugo 9 pazienti dalla Romagna

Più informazioni su

Il Sindaco di Lugo Davide Ranalli con la solita diretta Facebook ha fatto il punto della situazione ad oggi 3 aprile. In primo luogo ha ricordato che si è svolta in Prefettura la riunione dell’Unità di crisi presieduta dal Prefetto Enrico Caterino per fare il punto della situazione delle Ordinanze dopo l’ultima decisione del Governo di prolungare le misure di contenimento del Coronavirus fino al 13 aprile. Di conseguenza, anche le misure locali dei Sindaci sono state prolungate fino alla stessa data: nella fattispecie, stiamo parlando della chiusura di parchi, aree verdi, cimiteri, spiagge, pinete.

“Il rischio – ha detto il Sindaco – è che di fronte alle belle giornate di primavera che abbiamo oggi e che ci aspettano a Pasqua ci sia un abbassamento della guardia da parte dei cittadini, che si sottovaluti la gravità della situazione attuale, che è ancora alta. In questo momento più che mai dobbiamo rispettare le regole e le normative, avere tutti forte senso di responsabilità”.

Il Sindaco ha informato che nelle Farmacie comunali di Lugo sono arrivate e in distribuzione le mascherine prenotate da Sfera. Alla stessa maniera, finalmente – ha detto – sta normalizzandosi anche la dotazione di dispositivi di protezione per tutto il personale sanitario dopo una prima fase di difficoltà.

Infine Davide Ranalli ha fatto il punto sui casi di Lugo, arrivati a quota 47, con 2 casi in più oggi: 1 in isolamento a casa, l’altro ricoverato in terapia intensiva. All’Umberto I Covid-19 Hospital sono attualmente ricoverate 63 persone, di cui 7 in rianimazione e 7 in area semi-intensiva. Il sindaco ha annunciato che sono in arrivo a Lugo 9 pazienti provenienti da un’altra provincia romagnola.

Più informazioni su