Un questionario per i cittadini di Cervia sulla valorizzazione delle aree umide del Parco Delta del Po

Le regioni deltizie in Europa presentano un’enorme ricchezza in biodiversità che non trova riscontro in prestazioni di tipo economico: si tratta di aree protette che ospitano capitale naturale ma raramente benessere sociale o prosperità. Il progetto “Interreg Central Europe Delta Lady – Delta Lady Floating Cultures in River Deltas”, di cui il Parco Delta del Po è partner, ha come obiettivo la promozione di usi innovativi dei servizi ecosistemici dei delta fluviali, al fine di creare opportunità economiche per queste zone, promuovendo l’uso sostenibile del grande patrimonio culturale e naturale che costituiscono.

L’attività prevede, oltre ad una prima fase di confronto con i vari partners del progetto e condivisione di buone pratiche, l’implementazione di un piano di azione, da attuare e monitorare, per il miglioramento del policy instrument individuato. Oltre a questo, è già stato avviato il percorso di revisione dei Piani Territoriali di Gestione dell’Area Protetta del Parco del Delta del Po, che vede interessati tutti i Comuni interni al perimetro del Parco, tra cui Cervia. Al fine di misurare il valore che i cittadini attribuiscono alla natura e all’ambiente delle zone umide, come la Salina, la Regione Emilia Romagna tramite ART-ER, in collaborazione con il Parco Delta del Po e l’Università di Ferrara, ha predisposto un sondaggio da proporre ai cittadini cervesi e a tutti gli utenti del nostro territorio.

Il questionario, in forma anonima, è reperibile nella home page del sito del Comune di Cervia, alla voce “Progetti” e compilabile on line (http://www.comunecervia.it/progetti/delta-lady.html). I risultati, raccolti ed elaborati dall’Università di Ferrara, saranno utilizzati per la redazione dei nuovi Piani di Gestione delle Aree Protette, per migliorare l’attività di gestione e conservazione degli ecosistemi.