Liverani e Rolando (Lega): Riportiamo la legalità in piallassa, serve azione decisa della Regione

Più informazioni su

“Barche bruciate, raccolta di moluschi abusiva, danneggiamenti ai capanni e minacce; ormai queste azioni avvengono sempre più di frequente e c’è bisogno di un intervento deciso da parte delle istituzioni per riportare la legalità nella piallassa Baiona e Piomboni” con queste parole esordiscono il consigliere regionale della Lega Andrea Liverani e il consigliere comunale Gian Filippo Nicola Rolando.

Che spiegano: “Da dieci anni, momento in cui alcuni pescatori abusivi di vongole si sono stabiliti nella zona, la vita dei pescatori regolari e dei proprietari dei capanni è notevolmente peggiorata. Gli abusivi, per difendere la raccolta illecita dei molluschi non si fanno scrupoli a minacciare i regolari, ad affondare barche altrui e danneggiare i tanti capanni costruiti sui canali delle piallasse”.

“Partiamo dal presupposto che i proprietari dei capanni, dopo il nuovo regolamento comunale, hanno dovuto mettere a norma gli stabili, pagando migliaia di euro. Ora invece, nonostante lo sforzo economico si ritrovano alla mercè di abusivi violenti. E in tutto ciò le istituzioni latitano, la presenza delle Forze dell’Ordine scarseggia e la paura aumenta”.

Prosegue il consigliere regionale Liverani: “Per questo motivo ho presentato una risoluzione in Regione, per impegnare la Giunta ad attuare un piano di controllo sulla zona, finanziando maggiormente la Provincia per rafforzare la presenza in piallassa della Polizia Provinciale e per richiedere alla Prefettura un maggiore controllo tramite le Forze dell’Ordine.”

Concludono i due esponenti della Lega: “Le Piallasse sono un paradiso naturale dove pescatori, attività venatoria e natura convivono da anni senza problemi. Purtroppo negli ultimi anni la situazione è cambiata, ma senza una seria e dura presa di posizione da parte delle istituzioni, non si potrà tornare alla normalità. Con il documento presentato in Regione, speriamo che la Giunta finalmente si attivi e metta un freno alle attività illecite nelle piallasse.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da patrizia

    Ormai da anni tutto il territorio è in stato di abbandono e le istituzioni si girano dall’altra parte mentre organizzano eventi e spendono soldi in progetti di promozione fini a se stessi

  2. Scritto da gomez

    “RIPORTIAMO LA LEGALITA’ IN PIALLASSA” Ma vhàà….”Hanno scoperto l’acqua calda”..Poveri noi….che tristezza !!

  3. Scritto da Elisa

    Non ho capito! La quarantena è solo per pochi! Non è credibile che le istituzioni non riescano a contrastare dei criminali. Non credo che ci sia tanta gente in giro di notte in quella zona. Vogliamo lasciarli fare è l’unica risposta.