Faenza sempre più green grazie a nuove stazioni di gonfiaggio e rastrelliere per biciclette

I dispositivi sono un dono della Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese

Sono in fase di installazione in questi giorni alcune stazioni di gonfiaggio e rastrelliere per biciclette. La collocazione di queste nuove attrezzature sono il frutto di un accordo per la promozione della mobilità ciclabile tra il Comune di Faenza e la Banca di Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese. Anche con questo progetto, Faenza si dimostra una volta di più un Comune sempre più vocato a scelte di sostenibilità ambientale .

La donazione della BCC a beneficio di tutta la collettività, del valore di circa 10 mila euro e programmata molti mesi fa, acquista oggi ancora maggior valore e attualità, considerato che nelle fasi di ritorno alla normalità dopo l’emergenza Covid-19, si punterà molto ad incentivare l’uso della bicicletta per gli spostamenti di lavoratori e studenti.

Le nuove postazioni di gonfiaggio sono otto, fruibili da tutti e dislocate nei punti della città più strategici, privilegiando gli istituti scolastici: presso la stazione ferroviaria, in Piazza della Libertà, in Piazza Martiri della Libertà, nel nuovo cicloparcheggio di Largo Portello a servizio del Liceo Torricelli-Ballardini, in Via Manzoni vicino all’ingresso dell’Istituto Oriani, in Via Castellani vicino alla scuola primaria Gulli e al Liceo classico, in Via Carchidio, vicino alla scuola secondaria Strocchi, in Via Ravegnana vicino alla scuola secondaria Bendandi.

stazioni gonfiaggio faenza