Concorso internazionale di progettazione per nuovo Parco Urbano di Cervia. Medri: sarà il grande cuore verde della città foto

Dopo un intenso anno di lavoro, l’Amministrazione comunale di Cervia con il Sindaco Massimo Medri ha presentato questa mattina 3 luglio – presso l’Adriatic Golf Club – insieme all’Assessore Enrico Mazzolani e all’Ingegner Daniele Capitani una iniziativa fondamentale sull’ambiente, il nuovo grande Parco Urbano, individuato come elemento fondante del proprio programma di mandato. La sostenibilità ambientale, l’attenzione all’importante dotazione verde della città e la capacità della medesima di essere inclusiva, trovano proprio nel progetto per il Parco Urbano di Cervia la loro massima espressione.

Il progetto del grande Parco Urbano faceva parte già degli impegni programmatici di Medri, per trasformare Cervia e Milano Marittima in città green di stampo europeo, ma un ulteriore spunto di riflessione è stato offerto poi dagli eccezionali eventi meteorologici del 10 luglio 2019, che provocarono danni ingenti, soprattutto nella zona nord di Milano Marittima e nella Pineta. In 20 minuti di tromba marina furono allora distrutti circa 5.000 alberi (l’equivalente di 40 campi da calcio sui quali fossero stati piantati 110 alberi ognuno, ha ricordato l’Assessore Mazzolani). A seguito di tutto ciò, al fine di dare coerenza agli aspetti identitari e paesaggistiche che l’ambito oggetto di intervento intrinsecamente propone, ha portato ad affrontare il tema della nuova progettazione de “La Grande Pineta e i suoi contenitori: La Bassona”.

Un concorso di livello europeo

Il Comune ha scelto di attivare un concorso di progettazione con valenza interdisciplinare finalizzato alla realizzazione di un ampio parco pubblico a Cervia-Milano Marittima, nella zona della Bassona, quale occasione per coinvolgere grandi esponenti della progettazione del paesaggio di livello europeo, al fine di ricavare suggestioni, impressioni e realizzazioni, ritenendo tale modalità propositiva e stimolante, in coerenza tra l’altro con l’orientamento della nuova Legge Urbanistica Regionale LR24/2017. La valorizzazione degli aspetti ambientali e paesaggistici deve coniugarsi con l’esigenza di perseguire la massima accessibilità in tutte le forme possibili e l’inclusione sociale, al fine di salvaguardare e accrescere il senso identitario della comunità, nonché la mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici al fine di migliorare il comfort e la resilienza del sistema urbano.

Nelle strategie delineate dalla pianificazione strutturale strategica, è presente un insieme di azioni coordinate volte alla riqualificazione dell’intera area della Bassona, con la finalità di realizzare un grande polmone verde di connessione fra il mare, il centro abitato e le Saline, fruibile dalla collettività, che vada a completare e potenziare un’offerta turistica, dove sono già presenti numerose strutture di eccellenza quali la Casa delle Farfalle, il Golf Club, il Woodpecker e il Circolo Tennis.

L’area oggetto di studio comprende una vasta porzione di territorio di 400 ettari compresa fra la SS16 e il mare, la via G. Di Vittorio e via Nullo Baldini, intesa quale anello di collegamento strategico fra la salina e il mare, fra la pineta e la città. Praticamente il nuovo grande Parco Urbano comprende tutta Milano Marittima. Nata non a caso come Città Giardino. Il progetto vede anche l’implementazione dell’area boschiva – con 11 essenze diverse di piante – di circa 40 ettari. Non solo il Parco Urbano sarà il cuore verde di Cervia Milano Marittima, ma dovrà essere anche percorso e connesso con tutto il territorio attraverso un sistema di mobilità dolce e leggero, ha detto il sindaco, a partire da piste ciclabili, piste pedonali, e senza trascurare ippovie e nuove forme di mobilità sostenibile.

Parco Urbano Cervia

Massimo Medri: “Vogliamo una città sempre più ecologica e vicina a un turismo sostenibile, che venga identificata per il suo valore naturalistico”

“Presentiamo oggi il Bando che cambierà il volto di Milano Marittima. Una pineta maggiormente fruibile e aperta alla città, che diventerà un luogo centrale. Un progetto fortemente voluto dalla Amministrazione comunale, per il quale auspica un’ampia partecipazione vista l’importanza del Bando, e che vuole sottolineare il grande valore che la Pineta riveste per la località di Milano Marittima” ha dichiarato il Sindaco di Cervia Massimo Medri. “Vogliamo una città sempre più ecologica e vicina a un turismo sostenibile, che venga identificata per il suo valore naturalistico” ha concluso il Primo Cittadino.

“Cervia è, e vuole continuare ad essere, una città eco-sostenibile e vicina all’ambiente” ha poi dichiarato l’Assessore all’Urbanistica, Enrico Mazzolani, “la Pineta e la Salina sono un unicum che solo questa città possiede, e che grazie a questo progetto verranno ulteriormente enfatizzate. Il futuro è questo: valorizzare il patrimonio con progetti non impattanti, che valorizzino il territorio. Sono certo che questo Bando porterà Cervia al centro di un dibattito internazionale, per un concorso di progettazione che farà emergere idee e suggestioni sicuramente stimolanti e significative, che saranno interessanti spunti per l’attuazione del nuovo parco pubblico di Cervia.”

L’ingegner Capitani ha spiegato i dettagli tecnici del bando di concorso che è qui allegato, ricordando che l’intervento per il Parco Urbano sarà un intervento lungo e complesso che il Comune di Cervia affronterà per stralci e quindi fa già parte del bando l’idea di una realizzazione per moduli autonomi delle varie parti del grande progetto. Per quanto riguarda i tempi, il bando è stato pubblicato il 1° luglio sul sito del Comune di Cervia e le proposte dovranno arrivare dai vari concorrenti entro il 10 settembre. Fra tutte le proposte arrivate, la Commissione giudicatrice selezionerà le cinque migliori e le metterà in competizione fra loro richiedendo fra settembre e dicembre ulteriori approfondimenti. La scelta definitiva del progetto vincitore verrà resa nota il 16 febbraio 2021.

I progetti selezionati saranno oggetto di una mostra e quindi visibili al pubblico affinché la cultura dell’ambiente e del paesaggio diventi dibattito pubblico. Naturalmente la scelta sia dei progetti selezionati sia del progetto vincitore spetterà alla sola Commissione giudicatrice.

Link al Concorso: https://concorsiawn.it/parco-pubblico-bassona/home

Daniele Capitani

Non Voglio Cambiare Pineta: ripiantiamo la pineta / Raccolta fondi per la Pineta distrutta dalla tromba marina del 10 luglio 2019

“Non Voglio Cambiare Pineta” è la raccolta fondi promossa da Enrico Cellini e patrocinata dal Comune di Cervia per contribuire alla ripiantumazione della pineta distrutta dalla violentissima tromba marina del 10 Luglio 2019. L’obiettivo è piantare 4.500 alberi che sulla base di una stima tecnica significa raccogliere circa 300 mila euro. Il comune di Cervia investirà i fondi raccolti per acquistare e piantare gli alberi nella fascia nord-est colpita dalla tromba marina, a monte del primo tratto di via Jelenia Gora a fianco del Circolo Tennis a Milano Marittima. Per contribuire alla causa, si può fare una donazione attraverso la pagina della campagna su Gofundme: https://www.gofundme.com/f/donaalberi

Il Comune di Cervia è il solo beneficiario delle donazioni effettuate tramite la piattaforma e i fondi verranno indirizzati direttamente sul conto corrente del comune predisposto per l’occasione.

COMUNE DI CERVIA – IBAN: IT 64 M 06270 23615 CC0150247659 – Cassa Risparmio di Ravenna

Chi volesse indirizzare direttamente una donazione al Comune, potrà effettuare un bonifico a queste coordinate specificando come causale “Non Voglio Cambiare Pineta”. Per seguire l’evolversi della campagna e vedere foto e video della pineta, si possono seguire le pagine social: https://www.facebook.com/nonvogliocambiarepineta/  https://www.instagram.com/non_voglio_cambiare_pineta/

Finora sono già stati raccolti circa 10 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesca, Buccino

    Una semplice domanda: c’è qualcosa in comune con quanto affermato dal Sindaco Madri il 29/ 07/19 a proposito della pineta di Milano Marittima?