Ravenna. La Valle della Canna all’ordine del giorno della commissione consiliare Ambiente

Sarà presentato anche il nuovo dirigente per la gestione sostenibile delle zone naturali e del verde urbano, Massimiliano Costa

Domani, mercoledì 8 luglio, alle 15, si riunirà in modalità telematica di videoconferenza, sia da remoto che in presenza, nella sala consiglio, la commissione consiliare 4 “Ambiente, sanità pubblica, qualità della vita”, presieduta dal consigliere Alvaro Ancisi.
La seduta sarà trasmessa in diretta sula pagina facebook del Comune.

All’ordine del giorno la presentazione del nuovo dirigente per la gestione sostenibile delle zone naturali e del verde urbano, Massimiliano Costa; la  condizione della Valle Mandriole (o della Canna) in relazione allo stato di siccità: interventi in programma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da P.S.

    Scusate, ma visto che ogni anno ci si preoccupa della condizione di questa valle solo a seguito delle segnalazioni di privati e/o associazioni ambientaliste, non sarebbe ora di toglierne la gestione a chi ce l’ha attualmente per manifesta incapacità?? Se fosse per gli attuali gestori sarebbe ormai completamente morta…E’ evidente che non se ne preoccupano minimamente

  2. Scritto da Alan

    Come dare torto a P.S.
    A parte che potrebbe essere un attrazione, con la Baiona vicino…e non parliamo di Passo Primato e la diga sul Reno….
    Se qualcuno avesse la fantasia di fare un progetto, si potrebbe fare un percorso entusiasmante per bikers e turisti…..
    Senza neanche troppa spesa.
    Ma progetti qua impossibile farli.