Il CESTHA lancia l’allarme: “E’ emergenza spiaggiamenti di tartarughe marine”

Il CESTHA lancia l’allarme: “Continua anche in questi giorni l’emergenza spiaggiamenti di piccole tartarughe marine che arrivano fortemente debilitate e ricoperte di parassiti lungo le coste dell’Emilia Romagna. Ancora due solo negli ultimi giorni.  Una piccola di circa 20 cm ritrovata purtroppo già morta dai biologi del gruppo di ricerca TAO del centro di Primo Soccorso di Porto Garibaldi e una poco più grande, di 23 cm di carapace, recuperata questa mattina a Cervia grazie all’ausilio della Capitaneria di Porto e già ricoverata presso il centro di recupero e terapia CESTHA a Marina di Ravenna”.

“Il nostro Staff – spiegano – è già al lavoro per indagare questo fenomeno che ormai sta assumendo proporzioni tristemente elevate, sono le dichiarazioni della responsabile del centro, la biologa marina Sara Segati. Altri casi infatti sono arrivati con sintomatologia simile al nostro centro nelle scorse settimane ed altri sono in degenza presso altre strutture di recupero. Continueremo i monitoraggi lungo le coste di nostra competenza, della provincia di Ravenna e Ferrara per essere pronti a intervenire il più tempestivamente possibile nel caso continuassero a verificarsi questi episodi”.