Quantcast

Lidi ravennati. Interventi da 6 milioni di euro per ripascimento spiagge, sopraelevazioni e ricalibratura scogliere foto

L’assessore Fagnani: “Si tratta di interventi importanti per tutelare la nostra costa dall’erosione e preparare le spiagge  alla fruizione estiva”

Sono in corso in varie località lavori a protezione degli abitati e della costa che prevedono ripascimenti delle spiagge, ricalibratura delle scogliere e ripristino di argini per oltre 6 milioni di euro.

“Si tratta di interventi importanti – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Fagnani – per la difesa e la salvaguardia della nostra costa dai fenomeni erosivi che effettuiamo soprattutto d’inverno ma anche nel corso dell’intero anno. Così prepariamo anche le nostre spiagge alla migliore fruizione estiva”.

Località interessate:
Punta Marina, con il primo stralcio di lavori finalizzati alla difesa (1.460.000 euro) e con il secondo stralcio per la ricalibratura delle scogliere (1.200.000 euro) e l’argine invernale a protezione delle mareggiate (500.000 euro);
Lido di Dante con il primo stralcio di lavori finalizzati alla difesa, salvaguardia e fruibilità della zona sud (2.500.000 euro);
Lido di Savio e Lido Adriano con la ricalibratura delle scogliere danneggiate (360.000 euro) e a Lido;
il ripascimento del litorale in varie località (99.000 euro).

Il valore complessivo di questi interventi ammonta a 6.119.000 euro.

In programma per il 2021

Sono poi già stati programmati i lavori per il 2021 tra cui:
la modifica e ricalibratura di alcune scogliere emerse a protezione dell’abitato di Casalborsetti  (200.000 euro); sopraelevazione dell’argine destro dei Fiumi Uniti, a protezione dell’abitato di Lido di Dante  (100.000 euro);
sopraelevazione del tratto terminale di alcune passerelle poste sulla duna di Marina di Ravenna, zona ex Colonia (85.000 euro);
ripascimento e riposizionamento sabbia proveniente dalla pulizia degli arenili a Casalborsetti anno 2020 (184.000 euro);
ripascimento mediante dragaggio della spiaggia di Lido di Classe anno 2020 (188.500);
ripascimento e riposizionamento sabbia proveniente dalla pulizia degli arenili a Punta Marina, anno 2020 (185.500 euro).

Il totale di questi lavori è pari a  943.000 euro.

Si sta inoltre provvedendo alla messa in opera di alcuni strumenti (correntometri e boe ondametriche) con i quali si effettuerà, a partire già dal pomeriggio di oggi, 16 dicembre, l’acquisizione di dati sulle correnti long shore e sul clima meteomarino tipico della costa ravennate, in modo tale da poter “tarare” con maggior precisione la modellazione numerica che normalmente si utilizza per la progettazione delle opere di difesa a mare.

Gli investimenti dell’ultimo quinquennio

Gli investimenti a difesa della costa intrapresi nell’ultimo quinquennio sono i seguenti:
– 2016, 950.000 euro; 2017,  5.400.000 euro;  2018,  3.900.000 euro; 2019, 3.020.000 euro;
– 2020,  1.420.000 euro. Il valore complessivo degli investimenti è pari a  14.690.000 euro.

Gran parte dei lavori sono finanziati con fondi Eni, altri con fondi della Protezione civile e altri ancora con risorse comunali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mirko

    Ogni anno siamo costretti a vedere il triste film dal triste finale intitolato ” Ripasciamento”. Ogni anno centinaia di persone si chiedono a cosa serve spostare la sabbia da un posto all’altro quando basta una marea per riportare tutto all’origine.