Emergenza sanitaria, Unione della Romagna Faentina eroga 59mila euro per i buoni alimentari

Le domande possono essere presentate fino al 7 gennaio

Nei giorni scorsi l’Unione ha pubblicato un bando destinato alle famiglie con fragilità economiche causate dalla crisi a seguito della pandemia da Covid. Dopo aver ricevuto le prime richieste, gli uffici dei Servizi alla comunità dell’Unione si sono messi al lavoro per verificare che le domande presentate aderissero ai criteri prestabiliti così da poter dare risposta nel più breve tempo possibile. Infatti, uno dei requisiti essenziali per poter essere al fianco della comunità colpita da questa grave situazione economica è la velocità di reazione e così già prima di Natale si è potuto dare risposta a 233 famiglie dell’Unione alle quali sono state versati 59mila euro. Nuovi buoni alimentari, per altre famiglie, verranno finanziati prima della fine dell’anno. Da sottolineare che c’è ancora tempo per chiedere di ricevere il buono alimentare; è infatti possibile presentare le domande fino al 7 gennaio.

Entrando nello specifico sui dati della prima attribuzione di denaro, riferita alla settimana di Natale, a Brisighella i bonus alimentari distribuiti sono stati 13, per un totale di 2.620 euro; quattro le richieste arrivate da Casola Valsenio alle quali sono andati 1.120 euro mentre 31 sono state invece le domande evase a Castel Bolognese per una cifra di 8.300 euro. A Faenza numeri più alti; 148 sono stati i richiedenti ai quali sono andati 37.160 euro mentre a Riolo Terme 34 famiglie hanno ricevuto 8.820 euro. Infine, 3 i richiedenti a Solarolo ai quali sono andati in totale 960 euro. I prossimi buoni, le cui domande sono in esame in queste ore, verranno attribuiti entro la fine di quest’anno.

“Aver già attribuito i primi buoni acquisto prima di Natale -spiega Alfonso Nicolardi, sindaco di Riolo Terme e assessore ai servizi sociali per l’Unione- ci rende molto contenti perché essere tempestivi in questo momento così delicato è fondamentale. Altri ne verranno distribuiti durante questa settimana. Siamo molto soddisfatti di aver messo a punto un sistema efficiente e veloce perché nel momento del bisogno è questo che bisogna fare. Particolarmente d’aiuto è stato sono stati i moduli semplificati, per chi aveva già usufruito dei buoni durante il lockdown precedente e si trovava nelle medesime condizioni di difficoltà, cosa che ha semplificato di molto il lavoro degli uffici e velocizzato l’erogazione”.

Da ricordare che, l’importo mensile dei buoni varia a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare. Nel caso di famiglia con un solo componente l’importo sarà di 100 euro. Per i nuclei con due o più componenti, il buono ammonterà a 80 euro per ogni persona fino a un massimo di 320 euro mensili.

“Questi mesi complicati -dice invece l’assessore ai servizi sociali di Faenza, Davide Agresti- ci impongono il dovere di pensare e di mettere in moto progettualità di lungo respiro, con politiche di larghe vedute che siano all’altezza delle sfide del prossimo futuro, ma anche di dare una risposta concreta alle urgenze del quotidiano. Essere riusciti a erogare buoni alimentari per circa 150 famiglie faentine già prima delle festività è il risultato di un lavoro rapido svolto in questa direzione. Grazie allo sforzo di tutti, ha permesso i Servizi alla Comunità di mettere tempestivamente i fondi ricevuti a disposizione di chi ne aveva bisogno, nei giorni scorsi cosi come sarà nelle prossime settimane”.

Le domande per poter ottenere i buoni alimentari, che verranno caricati direttamente sulla tessera sanitaria del richiedente e che potranno essere spesi nei negozi che si sono detti disponibili (la lista è pubblicata sulla home page dell’Unione della Romagna faentina), potranno essere presentate entro il 7 gennaio 2021. Per le informazioni ci si può rivolgere agli uffici dei Servizi sociali dell’Unione della Romagna faentina, consultando la home page dell’Unione della Romagna faentina (www.romagnafaentina.it), inviando una e-mail all’indirizzo buonospesa@romagnafaentina.it e telefonicamente, solo se strettamente necessario, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13.30, al numero 0546.691800.

Presentazione delle domande

Gli interessati dovranno inviare la domanda all’indirizzo di posta elettronica certificata: pec@cert.romagnafaentina.it.

Solo in caso eccezionali o di totale indisponibilità di strumentazione informatica, la domanda, già compilata, sottoscritta e accompagnata da una fotocopia del documento d’identità del richiedente, previo appuntamento obbligatorio da richiedere telefonando al numero 0546 691800, per il Comune di Faenza, può essere presentata in forma cartacea con consegna diretta alla sede del Settore Servizi alla Comunità in via San Giovanni Bosco 1 a Faenza in questi orari: dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12; il martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17. Previo appuntamento obbligatorio, da richiedere telefonando al centralino del proprio comune di residenza, per i comuni di Brisighella, Casola Valsenio, Riolo Terme, Castel Bolognese e Solarolo. La domanda, in questo caso, potrà essere consegnata nelle sole giornate di mercoledì (dalle 9 alle 12) e giovedì (dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17).