Le Rubriche di RavennaNotizie - L'opinione

Europa Verde: stop a trivelle e impianto di cattura CO2 a Ravenna. Sì a Riviera Romagnola eolico solare

Più informazioni su

Di fronte alle affermazioni del ministro 5stelle Stefano Patuanelli che, mentre certifica l’inesistenza di un piano sulle aree idonee alle attività estrattive, annuncia il blocco totale delle estrazioni, registriamo le reazioni del senatore Stefano Collina e del consigliere regionale Gianni Bessi, entrambi del PD, che vanno in direzione contraria.

Il senatore Collina, in particolare, è il proponente dell’emendamento, approvato in Senato, che semplifica la procedura di VIA per l’Impianto dell’Eni di cattura e stoccaggio della CO2 (CCSU) a Ravenna, impianto che giustificherebbe il proseguimento delle estrazioni di gas metano, di utilizzarlo per produrre idrogeno e di stoccare la CO2 nei giacimenti esausti. Un progetto impropriamente etichettato come “transizione energetica”, mentre consente di continuare l’uso antiecologico delle energie fossili. Un progetto che per di più punta ad essere cofinanziato dai fondi pubblici europei, non essendo altrimenti economicamente sostenibile. Con l’ulteriore paradosso che, mentre per gli impianti eolici offshore proposti al largo di Rimini e Ravenna vale la procedura di VIA standard, per il discutibile impianto di cattura CO2 valgono procedure semplificate. Un bel risultato per l’ENI e la lobby dei fossili.

Contemporaneamente al sostegno che riceve l’impianto di CCSU, da parte di autorevoli esponenti del PD dell’Emilia-Romagna, Sindaco di Rimini in testa, è stata espressa una sorta di contrarietà preventiva, senza aspettare l’esito della procedura di VIA, all’impianto eolico offshore di Rimini con la fondamentale obiezione che rovinerebbe il paesaggio marino. Premesso che ci risulta che è ancora aperta la possibilità di un incremento della distanza del campo eolico dalla costa, come abbiamo sostenuto in campagna elettorale siamo convinti che un progetto di riviera eolico-solare potrebbe costituire un’attrattiva turistica, e andrebbe nella giusta direzione della transizione energetica che ispira il nuovo Patto per il Lavoro e il Clima della Regione Emilia-Romagna.

Rispetto alla cruciale questione del lavoro, siamo inoltre convinti che una vera transizione a favore dell’uso delle rinnovabili potrà garantire occupazione duratura ai lavoratori del settore dei combustibili fossili, che risulta sempre più in crisi a causa dell’emergenza climatica e dei nuovi target europei di drastica riduzione delle emissioni climalteranti prodotte in buona parte dal consumo dei fossili.

Per questo auspichiamo che, proprio alla luce del Patto per il Lavoro e il Clima siglato di recente, ci sia la possibilità di condividere con tutti gli attori e gli enti locali coinvolti le scelte per noi più coerenti con tale Patto.

Angelo Bonelli, coordinatore esecutivo Federazione dei Verdi
Paolo Galletti, coportavoce Federazione dei Verdi /Europa Verde Emilia-Romagna
Silvia Zamboni, capogruppo di Europa Verde Regione Emilia-Romagna e coportavoce Federazione dei Verdi/Europa Verde Emilia-Romagna

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cromwell

    Questi non capiscono che le cosiddette rinnovabili, con esclusione dell’idroelettrico, sono energie INTERMITTENTI. Cioè la potenza installata non è sempre disponibile. Basta vedere quale disavanzo nella bilancia commerciale dell’energia c’é fra Danimarca e Svezia, là dove la Danimarca vende elettricità da eolico (di notte) e compra (di giorno) dagli svedesi elettricità da idroelettrico a prezzo molto superiore.Perchè le fabbriche lavorano prevalentemente di giorno. Mi chiedo se certa gente studia prima di pontificare.

  2. Scritto da agi62

    I signori Verdi sono sicuro che mandano le loro auto coi pannelli fotovoltaici o con le pale eoliche.
    Cosa prevedono di usare quando non c’è sole o vento?
    E’ giustissimo utilizzare al massimo l’energia prodotta da fonti rinnovabili ma bisogna anche tenere conto che tali fonti forniscono energia in modo alternato e finchè non trovano un sistema diverso saremo sempre legati al fossile (purtroppo), chiudere tutto significa darsi le martellate sui m…..i!
    Altra domanda ai signori Verdi, perchè non spingono per la creazione di impianti a concentrazione solare (solare termodinamico)?
    Forse anche loro hanno una lobby dietro?

  3. Scritto da Massimo Busca

    Quando leggo cose come questa sono sempre mosso dall’impulso di scrivere la mia opinione, ma non lo faccio quasi mai: è un esercizio inutile perché di quel che posso pensare io non importa niente a nessuno ed i sig.i/e Bonelli, Zamboni, Galletti potrebbero avere un dispiacere nel constatare che qualcuno dissente dal loro pensiero.
    Tempo perso, quindi.
    Questa sera farò una eccezione ed anziché argomentare inutilmente, commenterò la lettera ponendo loro alcune domande:

    avete mai indossato un paio di scarpe da ginnastica?

    pensate che azioni come donare il sangue, impiantare by-pass connessi alla circolazione cardiaca, correggere la vista con lenti a contatto, indossare plantari e protesi, sia giusto?

    avete mai masticato un chewing gum?

    avete mai fatto uso di shampoo, bagno schiuma, cosmetici tipo rossetto, rimmel ecc?

    possedete un cellulare o un telefono fisso?

    indossate abiti confezionati?

    avete mai acquistato una colla, un nastro di scotch, pannolini assorbenti?

    avete uno o più zerbini a casa vostra?

    mai usato una penna a sfera?

    Potrei proseguire, ma se avete risposto si ad almeno una di queste domande, per essere coerenti col vostro credo da domani dovrete rinunciare ad usufruirne ancora.

    Fossile non significa solo energia e con le pale eoliche non riuscirete ad incollare le piastrelle alle pareti.

    ciao

    Massimo