“Io mi sono vaccinato”: una spilletta sui camici dei farmacisti di Ravenna Farmacie

Per rimarcare l’importanza della vaccinazione, e per comunicare il sostegno dei propri farmacisti alla campagna vaccinale contro il Covid 19, Ravenna Farmacie ha predisposto nei giorni scorsi una particolare spilletta – con la scritta “Io mi sono vaccinato” – che verrà apposta sul camice dai farmacisti che hanno già effettuato la vaccinazione.

In questi giorni, ogni farmacia sta ricevendo le spillette da riservare ai propri farmacisti per questa occasione. Ad oggi, i farmacisti di Ravenna Farmacie già vaccinati sono 79.

“Abbiamo creato queste spillette per sottolineare l’importanza della vaccinazione – spiega la presidente Bruna Baldassarri -: in modo da sostenere e affermare l’idea che le vaccinazioni sono sicure e importantissime per superare una volta per tutte la pandemia. Speriamo che tutti noi di Ravenna Farmacie si possa avere l’occasione di apporle quanto prima ai nostri camici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Armando

    Bravissimi, siate da esempio per tutti !!! grazie

  2. Scritto da Mario

    Marchiare (con spilletta) chi si vaccina, corrisponde a “marchiare” (stigmatizzare) indirettamente chi non si vaccina. L’iniziativa può essere ritenuta socialmente corretta?

  3. Scritto da Direttore

    Signor Mario, suvvia, qui non si sta marchiando nessuno. Indossare una spilletta è un atto volontario. Nel Giorno della Memoria che ricorda gli Ebrei sterminati e marchiati dai nazisti con un numero di riconoscimento, il suo paragone è del tutto fuori luogo. L’iniziativa è socialmente corretta e chi non vuole vaccinarsi non sarà discriminato, né marchiato ovviamente, sebbene questa scelta individuale sia per molti versi contestabile e deprecabile se guardiamo all’interesse generale e alla salute pubblica. LA REDAZIONE

  4. Scritto da Roberta

    Mario….si rende minimamente conto di quello che ha scritto?Lo sa che oggi è il giorno della memoria…le pare corretto paragonare una spilla che ognuno può indossare per scelta all’ essere marchiato?Credo che lei sia proprio socialmente scoretto e pure offensivo e con poco rispetto(e evidentemente conoscenza)della storia.

  5. Scritto da Giovanna F.

    Sarebbe bello avere quella spilletta, ma temo che noi persone normali, anche se sopra i 60 anni, dovremo attendere ancora per parecchi mesi.