Quantcast

Covid. In Romagna medici di medicina generale operativi per somministrare i vaccini a conviventi/ caregiver di disabili gravi

Prosegue la campagna vaccinale in Ausl Romagna. Nella giornata di Pasqua sono state somministrate in Ausl Romagna  3858  dosi complessive.( Ravenna 1515; Rimini 1.239; Forlì 636; Cesena 468).

Oltre alle vaccinazioni al personale scolastico che al 1°aprile ammontavano complessivamente a 15.635 ( fuori provincia 728; 5.400 Ravenna; 2584 Forlì; 2867 Cesena e 4056 a Rimini) i medici di Medicina Generale saranno operativi anche per somministrare i vaccini ai conviventi /caregiver delle persone disabili gravi.

Per quanto riguarda i conviventi e i caregiver che hanno diritto alla somministrazione del vaccino dal proprio medico di medicina generale, si precisa che si tratta di persone che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto ai disabili gravi ( disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica) individuati ai sensi della legge 104/1992, art.3 comma3.

Da oggi 6 aprile potranno segnalare la propria disponibilità alla vaccinazione al proprio medico di medicina generale, scaricando un’autocertificazione che attesti il loro stato dal sito dell’Azienda Ausl Romagna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ST

    Dovevano essere tra i primi.
    Da inizio febbraio erano iniziate le prenotazione… due mesi di nulla.
    Dimenticati.
    Che dire? Era ora. E speriamo che sia vero, questa volta.

  2. Scritto da Massimo Ciavarro

    Oggi il Medico mi ha riferito invece non hanno ricevuto ancora nessun tipo di direttiva in merito e quindi è al momento impossibile vaccinarsi per me e per tutte le persone che si ritrovano nella condizione di essere care giver.

    Se ci ammaliamo noi chi si prenderà cura dei disabili non autosufficienti? Nessuno.

    I disabili gravi e le loro famiglie sono come sempre abbandonati a se stessi, d’altronde i primi tendenzialmente neanche vanno a votare e sembra da un po’ di anni purtroppo abbia importanza solo questo per chi si occupa di Politica.

    Potrebbe l’assessore con delega ai Servizi Sociali prendere una posizione utile in merito ed almeno provare a porre rimedio alla situazione dando voce alle tante famiglie che versano nella stessa situazione?
    Non dovrebbe essere questo il significato ed il ruolo della rappresentanza politica?