Quantcast

1° Maggio e BikeToWork: FIAB Ravenna torna anche alle uscite di gruppo

Più informazioni su

Con il 1° maggio FIAB Ravenna torna alle uscite di gruppo con un giro nella campagna ravennate. È un percorso facile di 45 km circa nelle zone della Romagna che passa da Villanova di Ravenna, Roncalceci, San Pietro in Vincoli, Madonna dell’Albero.  L’appuntamento è alle 9 in Piazza San Francesco e il rientro è previsto per le 12:30, e tutta l’uscita si svolgerà nel pieno rispetto delle disposizioni anti COVID.

“La Festa del Lavoro è per noi anche il momento migliore per parlare del Bike To Work – dichiarano da FIAB Ravenna – . Siamo nel quadro del tema dei trasporti casa-lavoro, un ambito nel quale oggi le ragioni degli ambientalisti hanno ancora più forza, perché le nostre tesi sono state ampiamente dimostrate dai fatti e non sono più solo suffragate da studi e proiezioni”.

“Il sistema dei trasporti si è rivelato uno dei punti più critici del nostro sistema e l’urgenza di pensare ad una mobilità alternativa, anche per recarsi al lavoro, è emersa in maniera eclatante. Gli spostamenti in bicicletta sono più rapidi. La bicicletta è vantaggiosa in termini di tempi, percorrenze e facilità di spostamento. Percorrere in bicicletta 5 km, che è la distanza entro la quale, ricordiamo, avvengono più del 50% degli spostamenti in ambito urbano, richiede tra 15 e 20 minuti. Ma cosa è necessario perché l’insegnante, l’impiegato, il libero professionista, l’operaio la mattina salga sulla bici e vada a lavorare salvandosi dallo stillicidio degli ingorghi, della ricerca del parcheggio, oppure dalle attese alle pensiline per l’arrivo di un mezzo pubblico, che magari è in ritardo e strabordante di umanità che respira e traspira? Ci sono i noti problemi di una viabilità ciclabile sicura e ci sono da risolvere i problemi pratici e di logistica come trovare un ricovero sicuro per la propria bicicletta senza doverla portare fin sotto la scrivania per avere la certezza di averla ancora all’orario di uscita, oppure avere all’arrivo sul luogo di lavoro uno spazio dove lavarsi e cambiarsi affinché i colleghi non individuino chi arriva al lavoro in bici grazie ad un riconoscimento…..olfattivo. Questi risultati si raggiungono con una sensibilità vera delle amministrazioni locali e delle aziende su questi temi e con gli incentivi, anche economici, alle scelte individuali di mobilità sostenibile” concludono da FIAB Ravenna.

Più informazioni su