Quantcast

Ravenna. Il vicesindaco Fusignani: “Grato a Comando Carabinieri forestali e ai Carabinieri per la tutela della biodiversità”

Più informazioni su

Ieri, in occasione del raduno degli ex allievi del XXXIV Corso “Gran Paradiso” del Corpo Forestale dello Stato, il vicesindaco Eugenio Fusignani ha incontrato il tenente colonnello Anna Mazzini, comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Ravenna. All’evento presenziavano gli ex allievi dell’unità forestale, gli ufficiali e il generale Giovanni Naccarato i quali, insieme al vicesindaco, hanno simbolicamente deposto una corona d’alloro sul Monumento ai Caduti di piazza Anita Garibaldi.

“Ravenna – ha dichiarato il vicesindaco – ha, oltre agli otto monumenti Unesco, un nono patrimonio monumentale: lo straordinario capitale ambientale delle nostre pinete, delle valli, piallasse e cordoni dunosi. Istituzioni e cittadini si impegnano a preservarlo, ma è soprattutto grazie al Corpo Forestale dello Stato, ieri, e dei Carabinieri Forestali oggi, se possiamo godere a pieno le meraviglie della natura ravennate. Lavoro ancor più prezioso e delicato qui, dove la natura va a braccetto non solo con la storia e la cultura, ma anche con le attività antropiche. Ringrazio in particolare – ha aggiunto Fusignani – l’ispettore Carmelo Liosi, il quale ha curato l’organizzazione dell’incontro e mi ha quindi permesso di ribadire la gratitudine mia e di tutta l’amministrazione al Comando Carabinieri Forestali per la tutela continua, con professionalità e dedizione, alle nostre eccellenze ambientali e di biodiversità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ettore

    Bene Fusignani,
    gli dica anche di pulire il sottobosco della pineta di Marina e di Punta Marina,
    che oltre impedire la crescita sana dei pini, renderebbe quasi impossibile contenere un malaugurato incendio. Oltretutto renderebbe fruibile la pineta ai cittadini, come avviene sui litorali toscani o laziali.