Quantcast

Gianlorenzo Moretti termina il Cammino di Santiago di Compostela Nord. Obbiettivo raccogliere fondi per tre bimbi malati

Gianlorenzo Moretti di Brisighella ha concluso  il Cammino di Santiago di Compostela Nord, prolungandolo oltre il famoso santuario galiziano addirittura fino a Capo Finisterre. Moretti  ha percorso oltre 460 chilometri, con qualche piccolo inconveniente fisico, ma il lungo viaggio è  stato compensato da un’esperienza da lui giudicata “unica e particolarmente coinvolgente, anche dal punto di vista spirituale. Ho incontrato tante persone, tutte alla ricerca di una interiorità più profonda, sostenute anche dall’incoraggiamento degli abitanti dei luoghi attraversati”.

L’iniziativa di Moretti, supportata da “Body Nutrition”, si prefissava inoltre di raccogliere fondi a favore dell’associazione faentina Cosmohelp, che attualmente assiste tre bambini provenienti da paesi disagiati, anche lontani come l’Eritrea, che necessitano di cure mediche. L’associazione di occupa anche di fornire alloggio ai genitori dei piccoli pazienti. Durante il percorso del Cammino, i donatori di fondi hanno autografato una maglietta a ricordo dell’iniziativa.

Questa impresa, in parte anche sportiva, avrà un seguito, infatti il giovane romagnolo è anche un pilota automobilistico, per cui sulla sua vettura da gara ,una Seat Cupra, sarà evidenziato il logo di Cosmohelp, già a partire dalla gara internazionale, categoria Turismo, che si svolgerà il 19 settembre all’autodromo croato di Rijeka.

Stessa operazione verrà portata avanti anche dagli alfieri della scuderia faentina Top Driver, capitanata da Ruggero Ravaglioli, che saranno impegnati in vari ambiti sportivi: il Rally Bianco/Azzurro di San Marino, lo Slalom di Galeata del 12 settembre, valido per la Coppa Romagna Slalom, i cui organizzatori affiancheranno con entusiasmo l’iniziativa umanitaria e il passaggio, con controllo a timbro, il 19 settembre in Piazza del Popolo, del prestigioso Gran Premio Nuvolari; il tutto finalizzato ad una ulteriore raccolta fondi.