Quantcast

Formazione “sul campo”. Studenti del Liceo Oriani a stretto contatto con medici e infermieri di Ravenna 33

Quando la scuola incontro il mondo del lavoro ne nasce sempre qualcosa di positivo perché si apre un confronto che coinvolge i giovani da un lato e i professionisti dall’altro. Gli studenti della classe 5A SA (Scienze Applicate) del liceo scientifico “A. Oriani” di Ravenna hanno appena terminato le due settimane del progetto “I Will Take Care Of You” del “Percorso per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento” all’interno dell’azienda sanitaria Ravenna 33 di via Secondo Bini 1. Una vera e propria esperienza “sul campo” che ha consentito loro di scoprire nuovi orizzonti e meglio orientarsi in vista della scelta di futuri studi e professioni

Ad accogliere gli studenti, al loro “primo giorno di lavoro”, l’amministratore delegato, insieme a tecnici radiologi, fisioterapisti e personale amministrativo. Contemporaneamente Chiara Cirilli, Responsabile Affari Generali, ha fatto gli “onori di casa” al polo sanitario Santa Teresa del Bambino Gesù, struttura che fa parte dello stesso gruppo sanitario. Grande emozione tra gli studenti che, dopo due anni di attività svolte a distanza, davanti a un computer, il più delle volte da soli, hanno potuto trascorrere una settimana a diretto contatto con professionisti e vivere in prima persona la quotidianità di un’azienda sanitaria. La calorosa accoglienza, per nulla scontata, ha messo subito gli studenti a loro agio, e all’emozione iniziale si è sostituito l’entusiasmo, la curiosità di conoscere e sperimentare, la riconoscenza nei confronti di professionisti che nonostante l’importante lavoro che stavano svolgendo, non hanno mai negato agli studenti una spiegazione in più, una risposta approfondita e ben esemplificata.

Gli studenti hanno toccato con mano, sperimentato personalmente strumentazioni utili per la fisioterapia, osservato i tecnici all’opera, hanno preso confidenza con strumentazione diagnostica, osservato lastre sotta la guida di medici e radiologi, hanno imparato a misurare la pressione sanguigna, affiancato gli infermieri, osservando tutte le procedure necessarie per rispettare i rigorosi protocolli sanitari e infine hanno accolto i pazienti all’accettazione, verificando il rigoroso rispetto di tutte le procedure anti Covid-19.

La dirigente scolastica del liceo scientifico, professoressa Aurea Valentini, ringrazia tutto il direttivo di Ravenna 33, i medici, il personale tecnico, gli infermieri e il personale amministrativo, oltre alle professoresse Daniela De Zerbi e Stefania Capucci per la disponibilità, l’impegno e la dedizione che hanno permesso la realizzazione di questo importante momento di formazione per gli studenti.

A testimonianza della bontà dell’iniziativa ci sono le parole stesse degli studenti che, durante le giornate di “lavoro”, hanno scritto idee e riportato impressioni sul loro diario quotidiano.