Quantcast

Ravenna. Continua la collaborazione tra volontari ANC e Cuore e territorio

Nella mattina del 23 ottobre presso l’Associazione nazionale Carabinieri si è svolto il corso delle tecniche essenziali per la rianimazione cardiopolmonare e l’uso del defibrillatore semiautomatico su adulti per 16 volontari di quell’associazione, offerto da Cuore e Territorio in prima linea dal 2016 con le sue attività formative, fra cui i seminari rivolti ai ragazzi su bullismo e cyberbullismo, droghe e relative conseguenze, primo soccorso, legalità e violenza di genere

Il corso è stato tenuto da istruttori di Romagna Formazione.

I 16 volontari ANC si aggiungeranno ad altri 38 già formati da Cuore e Territorio ad iniziare dall’aprile 2016 e da allora attivi in città nell’attività di osservatore privilegiato per la sicurezza, di prevenzione davanti a quattro scuole, in grandi eventi (Mille Miglia – Giro D’Italia – Ironman – Maratona) e manifestazioni, ma anche in “attività di pattugliamento” del centro città allo scopo di realizzare una presenza attiva, aggiuntiva e non sostitutiva rispetto a quella ordinariamente garantita dalle forze di polizia, con particolare attenzione all’ascolto dei cittadini, raccogliendo eventuali segnalazioni. Numerose le attività svolte tra cui l’importante presenza nel mercato di via Sighinolfi in occasione delle restrizioni imposte dal Covid, a Lido di Dante e Marina di Ravenna.

Il Presidente dell’ANC, Isidoro Mimmi ha espresso il più sentito ringraziamento per la consolidata collaborazione tra Cuore e Territorio e il suo Presidente Giovanni Morgese con i volontari dell’’Associazione Nazionale Carabinieri. La collaborazione con Cuore e Territorio non si limita a fornire ormai ai nostri volontari le tecniche essenziali per la rianimazione cardiopolmonare e l’uso del defibrillatore semiautomatico su adulti, ma ad attività di supporto e assistenza in occasione di maratone e di manifestazioni varie che vede impegnata l’Associazione Cuore Territorio. Questa bella collaborazione – ha aggiunto Mimmi – è un’esperienza sicuramente da continuare e rafforzare”.