Quantcast

Variante Sudafricana, presidente Regione E-R Bonaccini: “Stiamo prendendo tutte le precauzioni necessarie”

Il governatore è convinto che il Super Green pass sia una buona strada da seguire

Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in occasione di un congresso al circolo PD Murri a Bologna per presentare il nuovo libro “Il Paese che Vogliamo”, ha rassicurato i cittadini in merito alle precauzioni assunte dalla Regione per contrastare la variante Sudafricana altresì conosciuta come Omicron.

“Sui blocchi in entrata e in uscita per la variante Sudafricana deve decidere il governo” -chiarisce Bonaccini a margine dell’incontro (vedi foto sotto), aggiungendo- “Come regione Emilia-Romagna stiamo prendendo tutte le precauzioni del caso, in stretto contatto col ministero, per fare più controlli possibili”.

Bonaccini_Murri+

Ricordiamo che il primo caso in Italia della variante Omicron è stata individuata in un casertano partito dal Sudafrica e arrivato a Roma, Fiumicino, l’11 novembre 2021.

Bonaccini, nel corso dell’intervento, ha dichiarato che sulle terze dosi la Regione Emilia Romagna è tra le regioni più avanti e la fascia 19-29 anni risulta essere la più vaccinata, anche più di quella 70-79 anni. Il presidente della Regione ha inoltre espresso approvazione in merito al rafforzamento del Green pass dicendosi ottimista per l’adesione alla terza dose di vaccino: “Ci sono circa mille persone che si sono prenotate per la prima dose, penso che sia un buon segno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lucio

    Condivido le parole del Presidente Bonaccini; mi permetto solo una banale osservazione: visti i tempi che corrono, ha senso proporre nella ns. città come altrove una ridda di eventi quali convegni/maratone/premiazioni/feste/sagre/simposi/congressi/inaugurazioni/celebrazioni che inevitabilmente fanno ritrovare molte persone assieme nello stesso posto e/o stesso momento?
    Mi si potrà rispondere che vi sono controlli ed è una manna per la ripartenza dell’economia; faccio unilmente notare che Ravenna è (stata) maglia nera in Regione per numero di casi. Mi pare un cane che si morde la coda. Certo, è difficile trovare un rapporto netto di causa-effetto, ma forse sarebbe opportuno rivedere in parte queste formule (es.: introducendo il numero chiuso, o irrigidendolo se presente?), almeno per il momento. Mia opinione, beninteso.

  2. Scritto da libero

    L’unica soluzione e’ la zona rossa!