Quantcast

Coronavirus a Ravenna: 2021 si chiude col record negativo di 1.241 casi, ma senza nuovi ricoveri. Emilia-Romagna sempre bianca, in terapia intensiva 3 su 4 non vaccinati

Più informazioni su

IL PUNTO COVID A RAVENNA OGGI 31 DICEMBRE

Nel territorio provinciale di Ravenna oggi si sono registrati 1.241 casi: si tratta di 612 pazienti di sesso maschile e 629 pazienti di sesso femminile; 360 asintomatici e 881 sintomatici; i 1.241 sono tutti in isolamento domiciliare, nessun ricovero. Nel dettaglio: 245 per contact tracing; 834 per sintomi; 162 per test privati. I tamponi eseguiti sono stati 5.490. Oggi la Regione non ha comunicato decessi. Si possono stimare in circa 261 le guarigioni. I casi complessivamente diagnosticati da inizio contagio nel ravennate sono 46.175. I casi emersi oggi:

  • 465 Ravenna
  • 148 Lugo
  • 134 Faenza
  • 102 Bagnacavallo
  • 78 Cervia
  • 41 Alfonsine
  • 41 Cotignola
  • 39 Russi
  • 33 Massa Lombarda
  • 27 fuori provincia
  • 25 Brisighella
  • 25 Fusignano
  • 21 Conselice
  • 19 Riolo Terme
  • 14 Solarolo
  • 11 Castel Bolognese
  • 6 Bagnara di Romagna
  • 6 Casola Valsenio
  • 6 Sant’Agata sul Santerno

IL PUNTO COVID IN REGIONE

L’aggiornamento in Emilia-Romagna è di 10.167 nuovi casi su un totale di 62.045 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Un aumento del 43% al quale corrisponde una crescita molto più contenuta dei ricoveri: +1% nei reparti Covid e -3% nelle terapie intensive, dove il 74% sono non vaccinati. I dati settimanali validati dal ministero della Salute: confermata la zona bianca. Rt regionale a 1,18. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 16,4%.

Sono 116 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna (-4 rispetto a ieri); l’età media è di 62,7 anni. Sul totale, 86 (quindi il 74%) non sono vaccinati (età media 61,5 anni), mentre 30 sono vaccinati con ciclo completo (età media 66,4 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.346 (+13 rispetto a ieri), età media 69,1 anni.

In questa nuova fase dell’epidemia, caratterizzata dalla variante Omicron e dall’alta percentuale di vaccinati, continua quindi la forte crescita dei nuovi contagi cui corrisponde però un aumento dei ricoveri non altrettanto esponenziale. Rispetto ai 7.088 nuovi casi registrati ieri, la crescita dei contagi oggi registra un +43%, mentre quella dei ricoverati nei reparti Covid un +1% e nelle terapie intensive un -3%, sempre rispetto a ieri.

Più in generale, questi sono i dati relativi all’Emilia-Romagna validati dal ministero della Salute questa settimana: l’Rt regionale è di 1,18 (rispetto all’1,15 della scorsa settimana), l’incidenza dei nuovi casi sale a 622 ogni 100mila abitanti (rispetto a 380,2/100mila), l’occupazione dei posti letti Covid ordinari è al 14% (dall’11%) e quella dei posti letto nelle terapie intensive al 12% (dal 11%)L’Emilia-Romagna si conferma quindi in zona bianca: il passaggio di colore al giallo è infatti determinato dal superamento contemporaneo della soglia di sicurezza prevista per gli ultimi tre parametri, e cioè 50/100mila l’incidenza, 15% l’occupazione dei reparti Covid, 10% quella delle terapie intensive.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/ Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 8.450.122 dosi; sul totale sono 3.610.349 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 1.376.883.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.022 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 445.248. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 77.458 (+9.136). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 75.996 (+9.127), il 98% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano nove decessi: due in provincia di Parma (una donna di 92 anni e un uomo di 84 anni); uno in provincia di Reggio Emilia (una donna di 85 anni); due in provincia di Bologna (una donna di 84 anni e un uomo di 93 anni); tre nella provincia di Ferrara (tutti uomini rispettivamente di 66, 86 e 91 anni); uno in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 94 anni). Nessun decesso nelle province di Piacenza, Modena, Ravenna e Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.216.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 10 a Parma (invariato); 12 a Reggio Emilia (+1); 12 a Modena (invariato); 26 a Bologna (-1); 8 a Imola (invariato); 17 a Ferrara (-1); 12 a Ravenna (-1); 1 a Forlì (-1); 3 a Cesena (invariato); 13 a Rimini (-1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia:

  • 127.302 a Bologna e Imola (+1.556)
  • 87.210 a Modena (+1.188)
  • 62.719 a Reggio Emilia (+958)
  • 54.518 a Rimini (+1.417, di cui 893 sintomatici)
  • 46.175 a Ravenna (+1.241, di cui 881 sintomatici)
  • 39.191 a Parma (+915)
  • 33.947 a Ferrara (+804
  • 31.424 a Piacenza (+699)
  • 28.823 a Cesena (+846, di cui 658 sintomatici)
  • 25.613 a Forlì (+543, di cui 462 sintomatici)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maria

    Si sperava che da vaccinati non ci fossero più problemi!

  2. Scritto da Direttore

    Signora Maria, i vaccinati hanno molti meno problemi dei non vaccinati, ma i problemi non sono spariti e non esiste rischio zero per nessuno. Quindi anche se vaccinati dobbiamo stare attenti. Lo stiamo dicendo da mesi. LA REDAZIONE

  3. Scritto da masimo siroli

    Signora Maria ha dei suggerimenti? Cosa dice il dottor google…