Quantcast

Legge sull’agricoltura sociale, Coldiretti esulta: “Valorizza la multifunzionalità delle aziende agricole ravennati”

Approvata la legge ‘Norme in materia di agricoltura sociale’ con risorse per oltre 1,37 milioni di euro.

L’agricoltura sociale è legge in Emilia-Romagna grazie all’approvazione da parte dell’Assemblea Legislativa della legge ‘Norme in materia di agricoltura sociale’ proposta dalla Giunta Regionale. “Ora le aziende agricole della nostra provincia potranno diventare ancora più sinonimo di inclusione sociale e di sviluppo sostenibile – commenta Nicola Dalmonte, presidente di Coldiretti Ravenna – ringraziando in primis l’assemblea Regionale e l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi che, lo scorso ottobre, hanno presentato il disegno di legge per un articolato che conferma come l’agricoltura possa ulteriormente evolversi esprimendo il suo ruolo sociale attraverso nuovi modelli di welfare, innovativi e sostenibili”.

“Nella nostra provincia – gli fa eco il direttore Assuero Zampini – sono in crescita le aziende che hanno manifestato interesse a questa nuova attività. Le pratiche di agricoltura sociale offrono un contributo rilevante allo sviluppo del territorio e delle comunità rurali ma anche al benessere delle persone e si tratta di un settore che vede protagoniste le aziende agricole che coniugano le funzioni produttive con lo svolgimento di attività di formazione, inserimento, collaborazione con strutture socio sanitarie, servizi all’infanzia e azioni di aiuto e sostegno a diverse categorie della popolazione che, ancora di più in questo momento in cui si cerca la ripartenza, hanno bisogno di un supporto concreto”.

A sostegno della nuova legge la Regione stanzierà risorse per oltre 1,37 milioni di euro, di cui 75 mila da bilancio regionale e 1,3 milioni dai fondi europei del Psr (Programma di sviluppo rurale).

“Investire in percorsi di agricoltura sociale – conclude il Presidente Dalmonte – significa riconoscere nei prodotti e nei servizi offerti dall’agricoltura un bene comune per la collettività fatto di tutela ambientale, di difesa della salute e di valorizzazione della persona. Agricoltura sociale, infatti, vuol dire parlare di produzioni e di economia creando valore economico da ridistribuire in valore sociale”.