Gruppo Hera mette in guardia i clienti: attenzione alle truffe, diverse segnalazioni nel Ravennate

Più informazioni su

A seguito di alcune segnalazioni pervenute in questi giorni nel Ravennate, che descrivono situazioni anomale riconducibili a potenziali truffe, Hera desidera mettere in guardia i propri clienti e ricordare alcune informazioni utili a tutela della loro sicurezza.

Si precisa che i propri operatori sono sempre identificabili dalla divisa e dal tesserino di riconoscimento e non sono incaricati a intervenire nelle aree private, tranne nei casi di sostituzione, manutenzione o lettura dei contatori quando posizionati all’interno dell’abitazione. Questo vale anche per le società terze che svolgono tale servizio per conto di Hera. Pertanto, qualora qualcuno si presentasse autonomamente a domicilio per la verifica dei sistemi idraulici, elettrici o del gas all’interno delle abitazioni, non può trattarsi di un operatore del Gruppo.

Il personale del Gruppo Hera o di società di lettura incaricate dal Gruppo effettua inoltre la lettura periodica dei contatori, indipendentemente dall’utilizzo dell’autolettura da parte del cliente e dalla società di vendita con la quale il cliente ha sottoscritto il contratto. Nel caso in cui il contatore sia all’esterno dell’abitazione, il letturista non avrà bisogno di chiedere l’accesso.

È bene precisare che tutti i dati relativi ai clienti sono già in possesso del Gruppo Hera, coperti da privacy. Nel caso in cui venga richiesto di visionare le bollette, si precisa che questi documenti contengono dati personali che, in quanto tali, il cliente non è tenuto a mostrare a nessuno, a meno che questo non rappresenti una sua libera scelta.

Esiste, infine, un’altra categoria di operatori che possono, talvolta, contattare il cliente presso il suo domicilio: si tratta degli agenti di Hera Comm, la società commerciale del Gruppo Hera, che si rivolgono ai clienti per presentare le nuove offerte luce e gas a mercato libero. Sono riconoscibili grazie a un tesserino che indossano e che contiene nome e cognome, foto e il logo “Hera Comm – Agenzia autorizzata”. Per avere la massima sicurezza, è anche possibile chiamare il Servizio Clienti Hera e chiedere conferma rispetto al nominativo dell’addetto che si reca a domicilio, poiché gli operatori del numero verde Hera dispongono dell’elenco costantemente aggiornato di tutti gli agenti autorizzati. Questi agenti potrebbero anche richiedere informazioni sui consumi e le bollette, in quanto non sono in loro possesso.

In nessuna circostanza, l’operatore, il letturista o l’agente autorizzato da Hera Comm possono effettuare incassi o rimborsi di denaro. Inoltre mai alcun operatore è stato incaricato da Hera della vendita di apparecchiature relative agli impianti interni del gas o per la sicurezza domestica. Hera invita in ogni caso a segnalare direttamente i casi sospetti al proprio Servizio Clienti (800.999.500 per le utenze domestiche, 800.999.700 per le utenze non domestiche, entrambi gratuiti sia da fisso che da cellulare), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e al sabato dalle 8 alle 18 e alle autorità competenti chiamando il 112 o il 113.

Gruppo Hera: un nuovo contratto integrativo aziendale per affrontare le complesse sfide del mercato

“Transizione energetica, occupabilità, produttività e benessere sono sfide importanti che hanno indirizzato le priorità del confronto con le Organizzazioni Sindacali per il rinnovo del contratto integrativo aziendale. Il Gruppo Hera più di altre aziende è perfettamente a conoscenza delle complessità che sta attraversando il Paese in un momento storico così delicato. Proprio per questo, anche il rinnovo del contratto integrativo del Gruppo per il prossimo triennio conferma la nostra attenzione per i territori in cui operiamo e l’importanza che attribuiamo alle lavoratrici e ai lavoratori della nostra azienda: abbiamo deciso di puntare ancora di più sul benessere del personale e sulla sicurezza. Sono impegni che portiamo avanti da sempre e che oggi ci vedono ancora di più al loro fianco, perché solo attraverso la valorizzazione di chi lavora nel Gruppo è possibile garantire lo sviluppo e la solidità dell’azienda. Siamo, inoltre, coscienti della necessità di nuove competenze per vincere le sfide della transizione energetica, pertanto la formazione continua e sempre più aggiornata rimane per noi uno degli ingredienti fondamentali per consolidare i saperi aziendali e un aspetto essenziale del futuro del lavoro”. Lo afferma Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Esecutivo del Gruppo Hera.

Il 20 settembre scorso, il Gruppo Hera ha siglato insieme ai sindacati nazionali e di categoria il contratto integrativo aziendale per il triennio 2022-2024 rivolto alle lavoratrici e lavoratori del Gruppo. L’accordo fra la multiutility e sindacati rappresenta un segnale importante in un contesto economico così complesso e punta in modo particolare alla valorizzazione delle persone attraverso maggiori investimenti in formazione, sicurezza, welfare, conciliazione vita/lavoro e politiche di genere. In particolare, in ambito formativo viene dedicata grande attenzione alle tematiche di maggiore attualità, ad esempio con progetti dedicati ad aumentare le competenze e l’occupabilità del personale, fondamentali anche per vincere le sfide della transizione energetica e della crescente digitalizzazione. Per quanto riguarda il benessere e per rendere maggiormente compatibili sfera lavorativa e sfera familiare, sono state introdotte nuove misure a favore delle lavoratrici in gravidanza, dei genitori con figli fino ai 6 anni, e di chi deve assistere genitori anziani. Inoltre, è stato introdotto ed esplicitato il tema delle politiche di genere, impegno che il Gruppo Hera persegue da anni con iniziative di inclusione e tutela della diversità.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.