“Il mare dice basta”: in vigore da lunedì il divieto di fumo sulla battigia e in mare foto

Più informazioni su

Entrerà in vigore lunedì 15 luglio l’ordinanza che prevede l’assoluto divieto di fumo sulla battigia e in mare e l’abbandono di mozziconi nelle restanti zone di spiaggia.

Il provvedimento era stato annunciato nei giorni scorsi, nell’ambito della presentazione dell’accordo triennale “Il mare dice basta”, che vede Comune, Hera e Cooperativa Spiagge impegnati in una serie di azioni finalizzate a contrastare il fenomeno del marine litter (abbandono di rifiuti in spiaggia e in mare), liberare le spiagge dalla plastica, potenziare la sostenibilità ambientale dei servizi erogati a cittadini e turisti.

Nello specifico l’ordinanza comunale prevede: l’assoluto divieto di fumo nella battigia, cioè la fascia di spiaggia ampia cinque metri dalla linea di marea, e nelle zone di mare riservate alla balneazione, cioè la fascia di mare antistante la costa, per una profondità di trecento metri dalla battigia.

Nelle restanti zone della spiaggia, essendo in ogni modo vietato l’abbandono di rifiuti, è necessario munirsi di un idoneo contenitore (riutilizzabile oppure “usa e getta”) per la raccolta di mozziconi o altri rifiuti di prodotti da fumo, al fine di evitare danni all’ambiente, nonché possibili pericoli per l’incolumità e la sicurezza delle persone. Proprio nell’ambito della campagna “Il mare dice basta” la Cooperativa Spiagge sta distribuendo oltre 50mila coni portacenere di cartoncino per evitare l’abbandono di mozziconi di sigarette.

L’ordinanza sarà in vigore fino all’ultima domenica di ottobre e, dall’anno prossimo, dal sabato precedente la Pasqua all’ultima domenica di ottobre.

Le violazioni prevedono sanzioni da 60 a 300 euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da elio62

    Era ora, chi fuma e getta i mozziconi non e’ degno di vivere in società.

  2. Scritto da libero

    Benissimo, ma vorrei sapere chi poi si fa tutto il lungomare per controllare???
    I vigili? non credo proprio…i propretari degli stabilimenti balneari dovranno quantomeno avvisare chiunque prende un lettino o un ombrellone…ma mi suona da proclama senza un vero progetto a monte. Staremo a vedere!!

  3. Scritto da .Zeus

    Chi controllerà che venga rispettata questa norma??

  4. Scritto da maria teresa

    Il divieto dovrebbe essere totale.Non è vero che il fumo all’aperto non si senta e non danneggi i polmoni altrui.Ci dovrebbe essere il diritto alla salute dei NON fumatori.L’ordinanza vieta il fumo lungo la battigia ma non nelle altre zone se ci sono i portacenere, quindi l’intento è quello di tenere l’ambiente pulito dai mozziconi…. ma non si desidera tenere puliti anche i polmoni dei non fumatori…

  5. Scritto da leo

    bene ed ora in poi anche noi diciamo basta alla sabbia riportata ” da chissà dove ”
    che per nulla assomiglia a quella nostra gialla e compatta dovrebbero fare stabilimenti con indicato stabilimento con sabbia DOP . Quella delle dune per intenderci che tanti soldi han richiesto per salvaguardare

  6. Scritto da Alberto

    Meglio di niente ma sarebbe stato giusto far valere il divieto anche sotto gli ombrelloni. Non mi sembra giusto che una persona che paga un ombrellone, nel caso il suo vicino fumi, sia costretto a intossicarsi.
    Come dice Maria Teresa l’intento qui non è quello di tutelare la salute dei non fumatori ma solo di tenere pulita la spiaggia.

  7. Scritto da Luca Rosetti

    Da anni è vietato il fumo nei locali pubblici….lo stesso dovrebbe valere da anni anche nelle spiagge, perché non vedo la differenza quando il vicino di lettino e/o ombrellone fuma. Avremmo risolto in modo definitivo anche il problema dei “mozziconi”…. con l’attuale ordinanza si continua a respirare il fumo dei vicini e si rende difficile il lavoro agli operatori delle FO, perché dovranno discutere con la gente sulla questione del ” posacenere”.

  8. Scritto da cane

    Ma togliamo anche la plastica dai CIUPA CIUPA, dalle confezioni del gelato che la gente abbandona nel bagnasciuga,dai peschereggi che insaccano vongole e cozze
    Io in spiaggia FUMO perché ho il mio porta cicche già da molti anni.
    Questa è una legge fatta così ..tanto che faccio la cacca ragiono.