Milano Marittima devastata dalla tempesta. Lega: “Ci attiveremo per risarcimenti”. PD: “Danni ingenti”,”Riconoscere stato di calamità”

“Oggi è il giorno della solidarietà nei confronti dei cittadini e delle imprese travolte dalla terribile tromba d’aria che si è abbattuta su Milano Marittima questa mattina, ma da domani sarà già il momento della conta dei danni, a seguito della quale ci attiveremo sia presso la Regione Emilia-Romagna che presso l’Europarlamento per ottenere risarcimenti a nome di coloro che hanno subìto danni”. Questa l’agenda del consigliere regionale Andrea Liverani e dell’Eurodeputato Massimo Casanova, entrambi in quota Lega, che ribadiscono come “compito della politica sia quella di essere accanto ai territori che hanno affidato loro la rappresentanza, e, soprattutto, trovare soluzioni quando si manifestano calamità naturali rovinose come quella provocata dalla tromba d’aria che ha mietuto danni in tutta la Romagna, ed in particolare la provincia di Ravenna tra Cervia e la frazione di Milano Marittima”.

La furia del maltempo si è scatenata in zona poco prima delle 10.30 quando la tromba d’aria con fortissime raffiche di vento ha abbattuto circa 200 alberi e divelto segnali stradali, cartelli e infrastrutture mobili. Numerosi tronchi sono finiti in strada, sulle case o su auto parcheggiate causando anche diversi danni a oggetti e strutture sia private che pubbliche.

“Al momento devono ancora essere quantificati, tuttavia la sensazione è che i danni riportati dal territorio romagnolo siano ingenti, visto e considerato anche come la zona sia particolarmente affollata data la stagione estiva – ha sottolineato Liverani -. Pertanto è necessario che la politica non chiuda gli occhi di fronte a questa calamità, ma si attivi per dare risposte concrete alla cittadinanza”.

“Benché eletto nella circoscrizione del Sud – ha aggiunto Casanova – il legame con la mia terra natale è e rimarrà sempre molto stretto. Pertanto non posso non prendermi a cuore i danni e i disagi che i miei concittadini dovranno fronteggiare nei prossimi giorni e settimane. Il profondo legame con la Romagna, infatti, non solo non mi permette di chiudere gli occhi su questa vicenda, ma mi induce ad attivarmi sin da ora per rappresentare e tutelare le istanze di cittadini e imprese romagnole presso il Parlamento europeo”.

 

“Come Capogruppo del Partito Democratico, – dichiara invece Antonio Emiliano Svezia, Capogruppo PD-Consiglio Comunale di Cervia – esprimo la mia solidarietà nei confronti dei cittadini, degli operatori economici e delle istituzioni. Un giorno che gli abitanti di Cervia-MilanoMarittima ricorderanno bene! …stabilimenti balneari e ristoranti di spiaggia devastati sotto la furia del vento forte, danni all’interno del  parco naturale (fortunatamente gli animali stanno bene), alberi caduti e tantissima pioggia.
Risultato: danni ingenti alle auto, alle attività economiche, alle strade e alle casse comunali che dovranno ripianare i conti dei primi interventi.  Occorre innanzitutto riconoscere lo stato di calamità naturale. Un particolare ringraziamento a tutti coloro che stanno collaborando in queste ore per ripristinare le situazioni più gravi, dalla Protezione Civile alle Forze dell’Ordine, dalle associazioni di volontariato ai cittadini volenterosi”.

 

Anche  Manuela Rontini, consigliera regionale Pd e presidente della commissione Territorio e Ambiente, chiede immediati interventi a sostegno dei cittadini e delle imprese colpite con una interrogazione depositata a poche ore dal violento temporale che si è abbattuto sulla riviera: “Non posso che esprimere solidarietà a cittadini e lavoratori che oggi, nel pieno dell’estate, si trovano a fronteggiare una situazione di eccezionale violenza e gravità. I danni ai privati sono ingenti, preoccupano in particolare quelli riportati da stabilimenti balneari, ristoranti, alberghi e negozi sperando che non vedano andare in fumo i guadagni di tutta una stagione. Il Governo sia celere e provveda allo stanziamento tempestivo di risorse adeguate a supportare la ripresa delle località rivierasche colpite, anche in vista della possibile richiesta di stato di calamità nazionale. Sono certa che dal canto suo la Regione Emilia-Romagna farà altrettanto e prenderà tutte le iniziative utili per supportare anche economicamente gli operatori e i lavoratori di Milano Marittima, nel comune di Cervia”.

“Le forze dell’ordine, i vigili del fuoco, il Dipartimento di Protezione Civile e gli operatori comunali sono in queste ore già al lavoro per tentare di rimediare in fretta ad una situazione che resta molto difficile mentre il Presidente della Regione Stefano Bonaccini e l’assessore competente Paola Gazzolo stanno già recandosi sul posto” rende noto Rontini.