Milano Marittima. Il Day After in pineta. Il sindaco Medri: “fa male al cuore” fotogallery

Vedere la parte di pineta che ha subito il danno maggiore, dove è passata la tromba marina, fa male al cuore. Alcune zone sono state rase al suolo – ha dichiarato il sindaco di Cervia Milano Marittima Massimo Medri, al termine del sopralluogo in pineta, questa mattina, giovedì 11 luglio -. Dovremo ricostruire l’area della pineta dove il danno è stato più rilevante. Abbiamo chiesto lo stato d’emergenza perché il danno al patrimonio arboreo è davvero ingente. Fin’ora ce la abbiamo fatta da soli, ma ora abbiamo bisogno di sostengo economico e finanziario per poter rimettere in condizione tutta la città di godere del patrimonio di verde, che sa sempre la caratterizza. A Cervia Milano Marittima abbiamo oltre 100 mila alberi. Ne sono caduti, o sono stati danneggiati, oltre 2000: 600 nei viali di Milano Marittima, 500 al parco naturale, 1.000 in pineta, 110 in aree private.

Nella mattina del “Day After”, il primo cittadino cervese, tira le somme:”siamo riusciti in tempi record a mettere in normalità la città. La spiaggia è pienamente fruibile. Sono 5 gli stabilimenti balneari danneggiati, dal 301 al 306; 10 gli edifici privati danneggiati, danni ai manufatti del Circolo tennis e del Parco Naturale, dalla I alla IX traversa manca l’illuminazione pubblica, e il problema dovrebbe essere risolto entro 3 giorni. Rimangono i disagi sui marciapiedi, dove dovremo sradicare alcune piane cadute. I danni stimati, per la  parte pubblica sono di circa 2 milioni di euro fra verde, infrastrutture ed edifici” sottolinea Medri.

C’è stata una grande gara di solidarietà – ribadisce -. Tutti si sono messi al lavoro, tutti “sul pezzo”, rimboccandosi le maniche, lavorando senza sosta, giorno e notte, per risolvere le situazioni di rischio. Oggi Milano Marittima è tornata alla normalità.
Operatori, turisti, tutti si sono dati da fare. Facendo un lavoro di squadra, che ci rende veramente orgogliosi e un esempio.

L’immagine che stiamo dando è di assoluta efficienza – prosegue il primo cittadino -. Riceviamo messaggi da tutta Italia, nei quali ci vengono fatti i complimenti per l’efficace risposta che abbiamo dato e che stiamo dando – conclude -. Dovremo essere premiati per lo sforzi che stiamo facendo, e per la tempestività della macchina dei soccorsi. I danni sono ingenti, ma la forza di tutti ha permesso l’impossibile e già ieri sera si è tornati alla normalità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Matteo

    Bello il nuovo sito, chissenefrega dei pini, facciamoci un apista di kart che in zona non ci sono