Quantcast

Un viaggio a piedi tra Firenze e Ravenna: il racconto di 5 ragazzi di Asti e la nascita de “Il Cammino di Dante” video

Venti tappe, 400 chilometri da percorrere partendo a piedi da Ravenna, passando dall’Acquacheta proseguendo lungo il Muraglione fino a Firenze, per poi ritornare dalla Campiglia fino a Forlì e concludere il cammino a Ravenna. Sono questi i luoghi principali in cui si articola “Il Cammino di Dante“, nuova attrazione di turismo slow sempre più in fermento, che solo l’anno scorso ha coinvolto ben 200 persone. Il Cammino di Dante è infatti il primo viaggio organizzato attraverso i sentieri e le vie medievali che univano la Romagna e la Toscana percorse dal Sommo Poeta ai tempi del suo esilio, periodo in cui scrisse la Commedia.

Il progetto nasce circa 6 anni fa dall’idea di tre amici storici, Giordano Bezzi, Oliviero Resta e Pietro Barberini, che ritrovandosi a parlare di storia ed in particolare della storia che lega Dante a Ravenna, hanno ripercorso con la mente i luoghi percorsi dal Sommo Poeta. Immaginario che hanno voluto rendere concreto. Da qui la nascita dell’Associazione culturale “Il cammino di Dante”, diretta dal presidente Giordano Bezzi e dal vice presidente Oliviero Resta, i quali ha dato vita al percorso definendone luoghi, tappe e pernotti da proporre ai viandanti.

cammino di dante

“Il percorso vuole riscoprire le antiche vie che collegano le due città di nascita e di morte del Poeta e valorizzare la figura di Dante accompagnando il viandante in un percorso non solo culturale e naturalistico ma anche letterario. Gli itinerari che abbiamo individuato – si legge sul sito dell’associazione –  si snodano quindi attraverso quei luoghi del territorio Tosco-Romagnolo citati nella Commedia, o direttamente vissuti dal Poeta durante i suoi anni di esilio. I sentieri che compongono gli itinerari, nella maggior parte dei casi, sono percorsi “in cresta” utilizzati sin dal basso medioevo, fino allo sviluppo dell’attuale rete viaria risalente alla fine dell’800. A tratti questi sentieri medievali coincidono con antiche strade etrusco – romane, facilmente riconoscibili dai tipici selciati.”

“Sono previsti passaggi attraverso strade più recenti laddove necessario il raccordo tra i vari punti di interesse. Il cammino è comunque organizzato per ridurre al minimo (max. 3%) il passaggio da strade asfaltate. Il percorso si sviluppa attraverso un anello di circa 400 Km congiungendo la Romagna e il Casentino, per un totale di 20 tappe fisse, da percorrersi in senso antiorario. I due estremi del percorso – punti di partenza e arrivo – sono rappresentati dalla Tomba di Dante a Ravenna, e il Museo Casa di Dante a Firenze” spiegano gli organizzatori.

cammino di dante

Il cammino di Dante oggi rientra nell’atlante dei cammini riconosciuti del Mibact, è appoggiato dalla regione E-R nella promozione dell’iniziativa e dalla regione Toscana, e l’anno scorso ha visto la partecipazione di 200 persone. Quest’anno sono intanto 30 gli avventurieri che hanno deciso di intraprendere questa esperienza, tra cui cinque ragazzi di Asti (che appaiono in foto e nel video) che hanno concluso il cammino in 10 giorni e nel filmato raccontano i motivi che li hanno spinti a partecipare e il perché consiglierebbero questo viaggio.

Come si può partecipare?

Per vivere il cammino di Dante in prima persona, basta andare sul sito dell’associazione culturale “Il Cammino di Dante”, effettuare l’acceso come socio (se già registrati) o compilando la procedura per la registrazione ed infine iscriversi al cammino pagando una quota di 25 euro. Per aiutarvi nello svolgimento del percorso, l’associazione mette a disposizione una cartina illustrativa delle tappe e individua 5 posti (dal meno al più economico, per rispondere alle esigenze di ciascun viandante) in cui si può pernottare lungo la strada. Inoltre è possibile scaricare l’app “Il Cammino di Dante” che guida nel tragitto da compiere. Lungo il cammino, che si snoda attraverso 18 Comuni, sono stati installati in tutto ben 100 pannelli, con letture dantesche che ripercorrono i canti della Divina Commedia. Da Ravenna a Firenze sarà possibile fare un viaggio attraverso la cantica dell’Inferno, da Firenze a Forlì nel Purgatorio, per poi terminare il cammino, da Forlì a Ravenna, con il Paradiso.

cammino di dante

L’associazione “Il Cammino di Dante” è stata inserita dal Comune di Ravenna tra i partecipanti alle iniziative in occasione delle celebrazioni del 700esimo anniversario della morte di Dante e lo farà organizzando una camminata, il 15 settembre 2021, attraverso la pineta di Lido di Dante per far vivere ai partecipanti un’esperienza non solo motoria, ma anche culturale, artistico, filosofico e spirituale ripercorrendo i canti del Paradiso, scritti dal Sommo Poeta proprio in quel luogo.

Video correlati

1 di 1