Cervia. Il Gruppo Lega interpella il Sindaco sui problemi del “trasporto scolastico” a settembre

Con un’interpellanza datata 26 giugno, i consiglieri comunali della Lega hanno chiedono al Sindaco di Cervia Massimo Medri delucidazioni in merito alle problematiche relative al trasporto scolastico operato dalla società Start Romagna.

“Viste le problematiche che da numerosi anni interessano il trasporto pubblico degli studenti verso i plessi scolastici di Cesena, Cesenatico e Forlì, chiediamo con preoccupazione come la suddetta società Start Romagna e il Comune intendano gestire la mobilità scolastica in vista di un ritorno alle lezioni “in presenza” a settembre p.v.” sottolineano i Leghisti.
“Autobus sempre strapieni, ragazzi ammassati e in piedi, fermate saltate per capienza massima dei mezzi raggiunta, con le nuove regole imposte dal D.P.C.M. del 18 maggio 2020 in materia di trasporto pubblico, vorremmo capire come sarà possibile il rispetto del “distanziamento sociale” in genere all’interno degli autobus scolastici (in queste ore il Governatore Bonacini ha diffuso le linee guida circa la non applicabilità della distanza di metri 1 fra le persone all’interno dei mezzi pubblici, ma non saranno più tollerabili gli “agglomerati umani” degli scorsi anni di studenti incolpevoli di codesti disservizi oggettivi!), oltre a tutta una serie di predisposizioni di igiene e comportamento da tenere sui mezzi e nelle autostazioni di partenza e arrivo.
Chiediamo urgentemente altresì la proroga della validità dell’abbonamento “Scuolabus” relativo all’Anno Accademico 2019/20 fino a dicembre prossimo, ovvero il rimborso, in tempi brevi, dei mesi non usufruiti per gli studenti del quinto anno scolastico” spiegano i leghisti .