Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - Cucina

Cervia Sapore di Sale 2021: una grande festa della gastronomia con un ingrediente cardine della cucina, il sale

Più informazioni su

Lo chiamavano oro bianco, il sale, perché era prezioso e insostituibile. Soprattutto per la conservazione dei cibi. Lo è stato a lungo, almeno fino alla scoperta dei moderni sistemi di rifregerazione. Salario deriva non a caso da sale: certe prestazioni di lavoro si pagavano così. Gli antichi romani gli dedicarono perfino una strada consolare, la Salaria. E molte guerre sono state fatte in suo nome. Anche se oggi non costa più un occhio della testa, il sale resta in ogni caso protagonista fra i fornelli e in tutte le tradizioni culinarie.

L’uso del sale in cucina risale a tempi antichissimi, quando i nostri antenati scoprirono che il suo impiego poteva esaltare i sapori delle pietanze, oltre che conservare i cibi. Il comune sale da cucina è il cloruro di sodio o il sale di sodio dell’acido cloridrico. A temperatura ambiente si presenta come un solido cristallino, incolore e con un odore e un sapore caratteristico. In generale, il cloruro di sodio è essenziale per la vita sulla terra. La maggior parte dei tessuti e dei fluidi degli esseri viventi contiene una qualche quantità di questo minerale.

Cervia è una delle capitali del sale, fin dall’antichità. E qui da 25 anni il Comune ha deciso di recuperare la tradizione della produzione del sale e dei salinari dedicando all’oro bianco la festa Sapore di Sale, che quest’anno si tiene il 2, 3, 4 e 5 settembre.

La Rimessa del Sale, in dialetto romagnolo “Armesa de Sel”, è il momento centrale della festa di Cervia. La Rimessa del Sale è un’antica tradizione che si rinnova ogni anno e che trae origine, storicamente, dai festeggiamenti che i salinari allestivano al termine della dura stagione di lavoro, nel mese di settembre. Era un momento di gioia collettiva che vedeva i lavoratori del sale protagonisti assoluti con le loro famiglie: lunghe file di burchielle, le imbarcazioni a fondo piatto utilizzate per il trasporto del sale, si muovevano dalle saline ai magazzini e qui sostavano per il controllo e lo stoccaggio della preziosissima merce, chiamata infatti “oro bianco”. Il sabato pomeriggio (quest’anno sabato 4 settembre), la burchiella arriva lungo il canale, dalle saline fino ai magazzini – sapientemente guidata e trainata con le funi dai salinari – con un carico di 100 quintali di sale che sono poi distribuiti al pubblico presente, sempre numerosissimo, in un’offerta augurale di fortuna e prosperità. La domenica pomeriggio si replica esclusivamente la fase della distribuzione gratuita del sale.

Oltre ai contenuti ambientali e culturali, Sapore di Sale offre – e non poteva essere diversamente – anche imperdibili appuntamenti gastronomici, con spazi ed eventi dedicati, che vedono protagonisti rinomati chef.

Rimessa del Sale Cervia

IL CIBO DI STRADA SOTTO LA TORRE (PIAZZALE TORRE SAN MICHELE)

Cono di fritto e risotto alla moda di una volta – con Osteria Bartolini

La cucina di mare si fa strada – con PerTe Catering – Amarissimo

Le polpette della Romagna Toscana – con Osteria La Campanara di Galeata

Pani, pesci e vini naturali – con Enoteca Pisacane

La collina e il cibo di strada – con l’Agriturismo Borgo dei Guidi di Cusercoli

La focaccia, il dolce al sale e gli Zucarèn – con il Sindacato Panificatori e Pasticcieri di Confcommercio Ravenna

IL CIBO DI STRADA SOTTO LE STELLE (PIAZZALE DEI SALINARI)

Il Food Truck di Casa Spadoni – con i prodotti del Molino Spadoni Officine Gastronomiche

L’Oyster Bar, Franciacorta e crudità – con Casa Spadoni, il Mercato Coperto Ravenna e lo chef già due stelle Michelin, Marco Cavallucci

Salamoia – sorprese sotto sale, la pizza e i piatti della tradizione – con l’Acciuga Osteria di Matteo Salbaroli, Mattia Borroni del ristorante Alexander e Erica Liverani di Raflò

LA CUCINA MARINARA SOTTO COPERTA (PIAZZALE DEI SALINARI)

La tradizione di mare della cucina dei pescatori – con il Circolo dei Pescatori La Pantofla

sale dolce

GLI APPUNTAMENTI GASTRONOMICI DI CERVIA SAPORE DI SALE 2021

Giovedì 2 settembre

Ore 18.00 – Magazzino del Sale Torre – Giorgione in cammino. Proiezione della visita di Giorgione a Cervia, delle sue passeggiate, degli assaggi e della preparazione di ricette con la sua cucina da campo. A cura di: Cozza Romagnola; Coop.iva La Fenice; Officine Gastronomiche Spadoni; Parco della Salina di Cervia; Cervia Turismo; Piadina del Salinaro; Atlantide e Tuttifrutti.

Ore 19.15 – Magazzino del Sale Torre – Il Peperoncino di Calabria sposa il Sale Dolce di Cervia. Ne parlano l’artigiano del peperoncino Giancarlo Suriano, Enzo Monaco presidente nazionale dell’Accademia Italiana del Peperoncino e l’esperto di sale Giuseppe Pomicetti, presidente del Parco della Salina di Cervia. Interviene il Presidente del Consiglio Comunale di Cervia Gianni Grandu. Modera Letizia Magnani, responsabile della comunicazione del Parco della Salina di Cervia. Presentazione e degustazione in abbinamento con la Piadina del Salinaro al Sale Dolce.

Ore 20.30 – Officine del Sale – Cena Inaugurale con le straordinarie preparazioni dello chef Ivan Milani del ristorante Bandito 211, stabilimento balneare di Cervia, con lo staff del ristorante Officine del Sale. Il menu si avvale dei prodotti locali e del nostro mare (su prenotazione 0544.976565 – 393.8241077).

Venerdì 3 settembre

Ore 18.30 – Magazzino del Sale Torre – Show Cooking di Marco Cavallucci chef dei Ristoranti di Casa Spadoni e del Mercato Coperto Ravenna. Lo chef, già due stelle Michelin, che rappresenta un pezzo di storia della cucina nazionale e internazionale, propone due creazioni dal sapore coinvolgente. Su prenotazione 339.4703606 (€ 30 compreso calice di vino).

Ore 19.30 – Magazzino del Sale Torre – La Mora Romagnola. Presentazione di produzioni al Sale Dolce di Cervia. I salumi di Mora Romagnola, lo squacquerone, la ricotta, il formaggio stanco e altri prodotti caseari. Il racconto e la degustazione con l’affinatore di salumi e formaggi delle Officine Gastronomiche Spadoni e con la partecipazione di Michela Brunelli, Assessore attività produttive del Comune di Cervia; Giuseppe Pomicetti, presidente del Parco della Salina di Cervia. Conduce Letizia Magnani. Seguirà la degustazione dei prodotti. Presentazione e degustazione in abbinamento con la Piadina del Salinaro al Sale Dolce di Cervia.

Ore 20.30 – Bandito 211 – Cena all’Agriturismo Ittico Bandito 211. Una cena con i piedi sulla sabbia di Cervia, con i prodotti selezionati del nostro mare e della nostra terra, abbinati alle produzioni della casa di Gin Bandito e Vodka Zingara con il Sale Dolce di Cervia (prenotazione 320.4121910).

Sabato 4 settembre

Ore 18.00 – Magazzino del Sale Torre – Vodka Zingara incontra l’ostrica e l’acciuga col Burro Superiore dei Fratelli Brazzale e i capperi. Zingara, la Vodka al sale dolce di Cervia, si abbina alle ostriche in un accostamento sorprendente. E anche con l’acciuga, il Burro e il Cappero Bio di Mezzano al Sale Dolce di Cervia, l’accostamento svela piacevoli sensazioni. Idee, aneddoti e segreti vengono raccontati da Giuseppe Pomicetti, Presidente Parco della Salina di Cervia; Alessandro Fanelli, titolare di Bandito, azienda produttrice della Vodka Zingara e omonimo Gin Bandito; Alberto Allegri, produttore di capperi. Nell’occasione viene offerto anche un assaggio di Gin Bandito al Sale Dolce di Cervia. Conduce Letizia Magnani. Seguirà la degustazione dei prodotti.

Domenica 5 settembre

Ore 17.00 – Magazzino del Sale Torre – Zucarèn al Sale Dolce di Cervia. I tradizionali biscotti ravennati in abbinamento allo zabajone, alla crema pasticciera e all’Albana passita / In collaborazione con l’Associazione Fornai e Pasticcieri di Cervia e Ravenna e AIS Romagna.

Ore 19.30 – Magazzino del Sale Torre – Appetiti. Storie di cibo e passione. Il nuovo libro del giornalista, scrittore e critico gastronomico Luca Iaccarino con le storie vissute in prima persona. Presentazione con l’autore condotta da Giovanna Zucconi.

Più informazioni su