A Lugo nasce il Comitato per via Baracca

Più informazioni su

Via Baracca fa la voce grossa e si organizza in un Comitato che intende salvaguardare tutte le attività commerciali di una delle più belle strade in centro a Lugo. Lo rende lo stesso Comitato in una nota stampa nella quale sottolinea di avere ottenuto “il parere favorevole di residenti e professionisti che operano lungo il corso”.

“Un’operazione perfetta di cui è a conoscenza anche l’Amministrazione Comunale che ha dato, verbalmente, il proprio placet – afferma il Comitato di via Baracca – . Tra l’altro fra coloro che aderiscono a quello che è un vero e proprio progetto di riqualificazione c’è anche Daniele Serafini, dirigente comunale e residente di via Baracca. Del resto sono ben 33 i negozi tuttora aperti ed è imminente l’apertura di una birreria artigianale nel locale che ospitava, negli anni ’80, la leggendaria boutique Cloche”.

“Con la massima umiltà, ma allo stesso tempo con determinazione- dice la portavoce dei commercianti Chiara Babini– desideriamo rivalutare questa strada che ha un grande passato e alla quale vogliamo dare se non altro un futuro più che dignitoso, a partire dall’arredo urbano e dall’illuminazione piuttosto scadente in verità”.

Non a caso l’incontro tenutosi con la stampa non si è svolto in Rocca bensì in un negozio storico di Lugo (Proni).

“Questa è una città stupenda- dicono gli stessi commercianti- ma ricordiamo a chi magari se lo fosse scordato che non si vive di solo Pavaglione. Via Baracca e corso Garibaldi hanno una collocazione centrale e meritano di essere in prima linea quando vengono organizzati eventi”.

Il riferimento cade, in particolare, sui mercoledì sotto le stelle e su Lugo Vintage. “A Lugo Vintage di aprile ci saremo anche noi – sottolinea la stessa Babini e non saremo presenti alla vernice di domenica prossima  (oggi ndr) esclusivamente per questioni tempistiche”.

“Nessuna polemica è emersa dall’incontro – sottolinea il Comitato – e c’è al momento massima fiducia nei confronti di sindaco e giunta. Una richiesta è emersa: quella di dare una sistematica ai marciapiedi, messi piuttosto male in verità. Messe al corrente della costituzione del nuovo Comitato anche le Associazioni di categoria: come partenza non c’è male, il prosieguo è tutto da vedere e da verificare. E tutti i commercianti hanno ribadito un concetto ben preciso: ‘quando si parla di via Baracca va intesa nel suo insieme, ovvero parte pedonale e parte adibita al traffico’”.

Più informazioni su