In auto con taniche piene di gasolio: due denunce per ricettazione

I due uomini sono stati fermati a Lido Adriano: il forte odore di benzina e un tubo di gomma da 3 metri nel sedile posteriore hanno insospettito i Carabinieri che hanno proceduto alla perquisizione del veicolo

Più informazioni su

I Carabinieri della Compagnia di Ravenna nella tarda serata di sabato 21 marzo, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due cittadini di nazionalità bulgara: erano in possesso di un ingente quantitativo di carburante dalla verosimile provenienza illecita.

Durante un normale controllo della circolazione, una pattuglia della Stazione di Lido Adriano, ha proceduto a fermare e controllare una macchina con targa straniera: a bordo due uomini bulgari, uno classe 66 residente a Napoli, l’altro del 71 residente a Lido Adriano.

 
Da subito i due uomini hanno assunto l’atteggiamento di chi nasconde qualcosa: i Carabinieri hanno impiegato solo pochi istanti a ricollegare quel forte odore di carburante proveniente dall’abitacolo con quanto rinvenuto sul sedile posteriore, ossia un tubo in gomma della lunghezza di quasi 3 metri. I due bulgari hanno provato a giustificarsi dicendo che la loro professione è quella di autotrasportatori, ma quando i militari sono passati all’ispezione del bagagliaio è venuta a crollare ogni sorta di scusa; i Carabinieri hanno infatti individuato delle taniche contenenti quasi 50 litri di carburante. Interrogati in tal senso i due uomini non hanno saputo dare una risposta del perché quel materiale fosse in loro possesso; gli ulteriori accertamenti svolti dai militari presso l’abitazione di domicilio non ha portato a risultati ulteriori.

Raccolti gli elementi necessari i Carabinieri della Stazione di Lido Adriano hanno proceduto alla denuncia a piede libero per il reato di ricettazione; tutto il materiale rinvenuto è stato invece sequestrato.

Più informazioni su