Con la “Ruota Magica” i genitori di bambini con disabilità insieme per dare e ricevere sorrisi

Oggi la presentazione dell’associazione. Il 14 giugno all’Aquae Sport Center di Porto Fuori un evento tra sport e musica

Più informazioni su

Si è presentata oggi alla stampa l’associazione di volontariato La Ruota Magica, nata nel 2014, aperta a tutti, senza scopi di lucro e che ha l’obiettivo di sostenere e assistere moralmente i piccoli e le famiglie che si trovano ad affrontare, spesso in solitudine, malattie rare, encefalopatie e varie disabilità.

“Siamo nati dalle tante domande che ogni giorno noi genitori di bambini speciali ci facciamo. Siamo nati perché il sole e la luna sono uguali per tutti. Siamo nati soprattutto dagli occhi dei nostri bambini, che insieme ai nostri cercano di guardare il futuro con un semplice ma fondamentale sorriso”. Questo il biglietto da visita con cui si è presentata ufficialmente l’associazione che, attraverso il sostegno emotivo, si propone di organizzare momenti creativi e di svago, incontri con personale medico sanitario e seminari, per sensibilizzare la cittadinanza e fornire tutte quelle informazioni di carattere medico, pratico e burocratico utili a sostenere il percorso alla genitorialità.

L’associazione è fatta proprio da genitori, in particolare da tante belle e coraggiose mamme, di bambini con disabilità, che attraverso La Ruota Magica hanno intrapreso un percorso di auto mutuo aiuto, con la volontà di aprirsi al mondo. Per il 14 giugno l’associazione sta organizzando un evento con il quale farsi conoscere ed entrare in contatto con la cittadinanza: dalle 16 all’Aquae Sport Center di Porto Fuori (ex Tre Laghi) ci sarà “Sport è vita”, una giornata all’insegna dello sport, praticato da abili e diversamente abili, della musica e del divertimento.
“Il nostro è un percorso difficile – ha spiegato Rosa Belfiore, presidente di La Ruota Magica – ma non vogliamo rimanere in casa a piangerci addosso; non serve a noi né tantomeno ai nostri bambini. Per questo cerchiamo di organizzare momenti aggregativi tra di noi, ma vogliamo aprirci anche a tutta la cittadinanza: per vivere le difficoltà dei nostri bambini non come un problema ma come parte della vita; per fare le cose che fanno tutti, anche se con più difficoltà; per essere, se non felici, almeno più sereni”.

L’assessora alle Politiche sociali Giovanna Piaia, esprimendo tutto il suo apprezzamento e sostegno all’iniziativa, ha sottolineato che “la vostra esperienza è un grande esempio di come la disabilità infantile sia certo un grande trauma ma non un’impotenza assoluta. Dobbiamo ribaltare la prospettiva che vede il bambino, la persona, come portatore di handicap; è la società che è portatrice di handicap se non sa assumersi la responsabilità nei confronti dei bisogni di ciascuno. Voi – ha detto Piaia rivolgendosi alle tante mamme presenti – siete mamme toste, che hanno fatto sacrifici pazzeschi; le esperienze di auto mutuo aiuto come la vostra producono competenze, aiutano a superare il senso di impotenza e a curare le ferite”.
“Il vostro esempio – è stato il saluto del pediatra Leonardo Loroni, dell’associazione “Dalla parte dei minori” – mi commuove e mi entusiasma perché portate avanti un messaggio positivo, non rivendicazionista, ma di richiesta di comprensione e accettazione attraverso il riconoscimento delle persone”.

Per chi volesse maggiori informazioni o desiderasse contattare l’associazione, che ha sede in via Sansovino 57: www.laruotamagicaassociazione.blogspot.com, pagina face book La ruota magica, Laruotamagica@gmail.com, 3382683294 (Rosa), 3281978362 (Larissa).

Più informazioni su