Dopo una lite investe volontariamente tre persone a Lido Adriano

Dopo una discussione in un bar, un giovane avrebbe tentato per due volte di investire tre uomini, la seconda volta riuscendoci

Più informazioni su

Il tragico episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte a Lido Adriano, in via Bonifica, all’uscita da un locale. Un uomo originario dei paesi dell’Est, dopo una lite, è salito a bordo della sua auto, un’Alfa 156, e ha investito volontariamente tre persone. Si tratterebbe di un 18enne macedone arrestato dopo il fatto dai Carabinieri di Marina di Ravenna.

 

È accaduto nella notte tra venerdì e sabato a Lido Adriano, un 18enne macedone finora incensurato e disoccupato è stato arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio plurimo aggravato dai futili motivi. I tre uomini investiti – padre e figlio kosovari e un amico serbo – sono stati portati in condizioni serie all’ospedale di Ravenna, rimediando prognosi iniziali quantificate in 20, 40 e 60 giorni.

 

Il più grave di loro dopo l’investimento era rimasto incastrato sotto all’auto tanto che è stato necessario l’uso del cric per tirarlo fuori. il 18enne, che aveva un tasso alcolemico più del doppio di quello consentito per mettersi al volante, si trova ora in carcere. Tutto si è innescato verso l’una quando il macedone, per motivi non ancora chiariti, ha iniziato a discutere con i tre. Secondo il 18enne, i tre gli avrebbero tirato un bicchiere caduto vicino ai suoi piedi. E lo avrebbero seguito all’uscita. Lui ha poi tentato di investirli una prima volta: non riuscendoci, ha fatto inversione a U e li ha falciati sul marciapiedi rimanendo in panne per la rottura della coppa dell’olio.

 

Poco dopo sul posto sono intervenute diverse ambulanze e l’auto con il medico a bordo. Le persone investite sono state immediatamente soccorse e trasportate all’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna con codice di massima gravità.

Più informazioni su