Scompare nel 1945 ad Alfonsine, ora si cercano i resti: aperto un fascicolo per omicidio volontario

Il caso parte da una soffiata allo scrittore Gianfranco Stella e dalla conseguente denuncia del figlio dell'uomo scomparso 70 anni fa

Più informazioni su

Giuseppe Argelli, vigile urbano di 40 anni, è scomparso 70 anni fa ad Alfonsine. E ora la Procura di Ravenna ha dato disposizione per cercare i suoi resti a seguito di una denuncia presentata ai carabinieri dal figlio dello scomparso, Tomaso, che all’epoca aveva 10 anni e che la mattina del 7 febbraio 1945 vide il padre uscire da casa accompagnato da due uomini del locale Comitato di liberazione.

Le ricerche si sono concentrate attorno a 4 pozzi nel terreno di una vecchia scuola elementare di Alfonsine, dove abitava l’uomo. È stato anche aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio volontario e occultamento di cadavere. In questa prima fase il terreno, a ridosso del fiume Senio, verrà drenato, poi a giorni si procederà al controllo dei pozzi.

L’impulso al caso è nato da una fonte anonima che ha rivelato allo scrittore Gianfranco Stella il possibile luogo di occultamento del cadavere del vigile urbano dopo l’omicidio. Il tutto è stato descritto in un libro: ‘I grandi killer della liberazione’.

Più informazioni su