Telecamere di videosorveglianza su autobus e traghetti a Ravenna: oggi la firma in Prefettura

Da subito su 19 autobus e sui traghetti. Entro due/tre anni l’installazione sarà completa sull’intero parco automezzi operanti nel territorio ravennate. Il prefetto Russo: "Grande soddisfazione per la sottoscrizione di questo protocollo: più sicurezza per i cittadini"

Più informazioni su

Nel quadro di una sempre più incisiva azione di prevenzione a presidio della legalità, la Prefettura di Ravenna ha portato a termine, in stretta sinergia con la Start Romagna Spa, un progetto finalizzato a migliorare i livelli sicurezza dei cittadini/utenti del servizio pubblico di trasporto e degli stessi dipendenti dell’azienda.

 

Il percorso di collaborazione si è concluso con la elaborazione del Protocollo d’intesa per l’adozione di un sistema di videosorveglianza a bordo degli autobus e dei traghetti di collegamento delle due sponde del Porto Canale, che risponde ad una chiara finalità di natura preventiva volta a sviluppare una prevalente azione di dissuasione nei confronti dei potenziali autori di comportamenti antisociali e antigiuridici, fornendo allo stesso tempo alle forze di polizia uno strumento per risalire ai responsabili dei fatti di reato.

 

Il documento verrà sottoscritto oggi in Prefettura alla presenza dei vertici delle Forze dell’ordine e prevede l’immediata attivazione degli apparati su un determinato numero di autobus e sui due traghetti che collegano Porto Corsini e Marina di Ravenna, con l’obiettivo di completare entro due/ tre anni l’installazione sull’intero parco automezzi operanti nel territorio ravennate.

 

Nell’ambito di una politica di sicurezza urbana, l’accordo costituisce uno strumento di fondamentale importanza per incrementare il più possibile il sistema della sicurezza integrata e partecipata, che rappresenta un valore aggiunto determinante per l’efficacia dell’attività di prevenzione e presidio del territorio.

Più informazioni su